Leggendo tutto il testo del nostro Inno di Mameli non troverai mai la parola…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Per quanto tempo l’Apollo 11 rimase parcheggiato sul suolo lunare?

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

“Venezia è l’Impressionismo in pietra” disse…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

L’importanza degli enigmi

“Un enigma ben architettato porta la nostra mente su sentieri naturali, ma poco battuti, del pensiero. Ci spinge a creare collegamenti inusuali, ma ragionevoli; ci costringe a trarre conclusioni logiche, seppure insolite; mobilita il nostro sapere in una struttura non convenzionale, preparando così anche il terreno per l’acquisizione di nuovo sapere”.

[László Mérő]

Tra rigore e immaginazione

“La scienza è un dialogo tra rigore e immaginazione”.

[Andrew Abbott]

Idee dominanti e buchi neri

“La nascita di idee dominanti sopprime la possibilità di averne delle nuove, come un buco nero in una galassia che impedisce alla luce di fuggire”.

[Emanuele Fiorini]

La vividità di una storia vivace

“La gente è maggiormente persuasa da una storia vivace e piena di particolari personali rispetto a una storia piena di insipide statistiche”.

[Bruce Schneier]

Come la mettiamo con i grandi numeri?

“In generale siamo una specie non adatta a trattare con numeri molto grandi. Un detto popolare recita «1, 2, 3 e poi tutto il resto». I piccoli numeri sono molto più utili dei grandi numeri. Siamo bravi nel valutare la probabilità di uno su due rispetto a uno su quattro o uno su otto, ma siamo molto meno adatti a valutare la probabilità di uno su 10.000 rispetto a uno su 100.000. Qualunque cosa si stia cercando di misurare, se essa accade in un arco di tempo di diecimila o di dieci milioni di anni dal nostro punto di vista di esseri umani è lo stesso: fa parte di tutto il resto”.

[Bruce Schneier]

Quando venne aperto il testamento di Giulio Cesare, si scoprì che era suo desiderio…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Quale tra queste conduttrici televisive a 16 anni ha lavorato come baby sitter di uno dei figli di Bonolis?

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Entro il 2020 verrà terminato il tunnel sottomarino più lungo del mondo (18 km) che collegherà…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Nel 1953 il Premio Nobel per la letteratura non fu ritirato da un romanziere, ma da…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

“L’introvabile Pizzaballa” riguarda…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Al sud è chiamato pesce spigola, al nord…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Che poi i piatti diventano duri

“Meglio che prima sparecchiamo e mettiamo tutto in lavastoviglie e poi ci riposiamo un po’, altrimenti i piatti diventano duri”. Così la Indrė dopo il pranzo di oggi. I “piatti duri” sono il suo modo di riferirsi alle incrostazioni di cibo sulle stoviglie.

Il Pregiudizio dell’Ottimismo

In psicologia è chiamata “Pregiudizio dell’Ottimismo” la tendenza umana a ritenere di poter far meglio di altri in una data situazione. Ogni giorno sentiamo o leggiamo di incidenti stradali – anche mortali – dovuti a una condotta di guida al di là delle regole e del buon senso (uso del telefonino per conversare o inviare SMS, stati di ubriachezza, cinture non allacciate, lettura di libri, appunti o riviste, …) e ogni giorno sentiamo o leggiamo di quanti decessi siano causati da cattive abitudini alimentari e di vita, e siano dunque evitabili con un’oculata prevenzione (non fumare, non eccedere nei grassi, negli zuccheri e nell’alcol, fare sport, …). Eppure tutto ciò ha su di noi ha un impatto molto più limitato di quanto dovrebbe. Quando scriviamo un SMS mentre stiamo guidando confidiamo nella nostra abilità di poter gestire due azioni contemporaneamente senza correre particolari rischi (“lo faccio ma sto attento, se dovesse capitare qualcosa intorno o davanti a me, me ne accorgerei subito e reagirei prontamente, impossibile che mi succeda qualcosa”). In modo analogo certe malattie come infarto, diabete, tumori “capitano solo agli altri” e i figli che si drogano, fanno i bulli e si mettono nei guai con la giustizia sono solo quelli degli altri. Anche ritenere che il contenuto di questo post riguardi più gli altri che noi (esattamente quello che state pensando ora) è una chiara e inevitabile applicazione del Pregiudizio dell’Ottimismo.

I Tre Gemelli. Parte A

Ieri ho aperto su questo blog un sondaggio dal titolo “I Tre Gemelli”. L’intento, serio, è quello di verificare – a distanza di tempo e in condizioni un po’ diverse – un celebre risultato sperimentale presentato per la prima volta nel 1981. Una volta raccolti i primi 100 voti, il sondaggio entrerà nella sua seconda fase e al termine pubblicherò, condividendole con voi, le mie conclusioni.

Torbide Relazioni (Ties that Bind)

Torbide Relazioni (USA, 2006. Titolo originale: Ties that Bind) è un thriller diretto da Terry Ingram con la partecipazione di Nicole de Boer, Brian Krause, Sonya Salomaa, Françoise Robertson e Dean Marshall.

Trama banale, sviluppo noioso e conclusione prevedibile. Lasciate perdere.

Tutto quello che non so

“Tutto quello che non so l’ho imparato a scuola”.

[Leo Longanesi]

Quale isola era detta dagli antichi Greci “fuligginosa”?

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Angela Merkel, per l’anagrafe Angela Kasner, preferisce usare il cognome…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Roberto Baggio non ha mai giocato…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

È la Torre dedicata a Santo Stefano ma tutti la conoscono come quella…

Fai click su <Risposta>. Powered by Il MilionRapido.

Treni e moscerini: il Giulio Tremonti che non ti aspetti

Questa me l’ero persa (ma l’ho recuperata su Vanity Fair). Giulio Tremonti, partito in treno dalla capitale padana e giunto in quella italiana, ha poi proseguito, sempre in treno, per Reggio Calabria. Al termine del viaggio ha dichiarato: “I treni che vengono dal nord hanno i moscerini spiaccicati sui finestrini. Quelli che vengono dal sud no. Al sud sono più veloci i moscerini dei treni”. Pur ragionando ancora all’antica (chiama nord la Padania e sud l’Italia, come se esistesse un unico Paese) devo ammettere che l’attuale ministro dell’economia ogni tanto mi sorprende, specie quando rompe la prevedibilità che viene naturale attribuire a una personalità posata come la sua.

Marroni e castagne sono la stessa cosa?

Mi ci sono voluti quarant’anni per scoprirlo (prima non mi ero semplicemente posto il problema). Marroni e castagne sono diversi: le castagne sono il frutto dell’abero selvatico, i marroni di quello coltivato. Non sorprende dunque che i marroni siano più standardizzati in termini di peso, forma e dimensioni, mentre le castagne sono soggette a maggiori variazioni e irregolarità. Buono a sapersi.

Voci precedenti più vecchie