Le macchinette asciugamani dei bagni pubblici nelle lingue europee

Avete presente le macchinette ad aria calda che si trovano nei bagni pubblici? Si chiamano asciugamani, e fin qui nulla di nuovo direte voi. La cosa interessante, però, è scoprire come vengono chiamate nelle altre lingue europee. Di seguito una selezione di nomi stranieri in base a quanto sono riuscito a reperire in Rete.

assecador de mans (Catalano)
eskuko lehorgailua (Basco)
hand dryer (Inglese)
handdroger (Neerlandese)
Händetrockner (Tedesco)
handtork (Svedese)
håndtørrer (Danese e Norvegese Bokmål)
hönd áhöld (Islandese)
käsienkuivaaja (Finlandese)
kätekuivati (Estone)
kézszárító (Ungherese)
rankų džiovintuvas (Lituano)
roki za lase (Sloveno)
roku žāvētājs (Lettone)
rukom za kosu (Croato)
secador de manos (Spagnolo)
secador de mans (Galiziano)
sèche-mains (Francese)
sušič rúk (Slovacco)
suszarka do rąk (Polacco)
tharëse dore (Albanese)
uscător de mână (Rumeno)
vysoušeč rukou (Ceco)

Chi volesse contribuire è il benvenuto. A proposito, avete notato come quasi tutte queste macchinette vengano prodotte a Trezzano Sul Naviglio?

Le nuove parole dello Zingarelli 2012

Sono circa 1.500 e qui ne proponiamo una breve selezione:

anti-velo
biotestamento
bosu
cardiofitness
celodurismo
cloud computing
compostiera
couch surfing
cuissardes
digital divide
ecoauto
ecocontributo
ecopiazzola
eternizzare
fighettismo
fit boxe
frappuccino
glocalizzazione
milleproroghe
minisindaco
monogenitoriale
rippare
sadrista
scrausa
sirenetto
velinismo
websurfing

Rocco Siffredi si è trapiantato i legamenti del ginocchio e una cornea (e ha vari pezzi di sintesi in giro per il corpo)

La dichiarazione che apparirà sul prossimo numero di Max: ”Ho i legamenti del ginocchio trapiantati, e poi vari pezzi di sintesi nella schiena, alla clavicola, alle spalle, al polso. Certe posizioni creano degli scompensi pazzeschi all’anca e quindi alla colonna vertebrale. Tutto per metterti a favore di telecamere. In più mi è partito l’occhio destro: vedevo tre donne al posto di una; ho fatto un trapianto di cornea da cadavere”.

Quando si dice praticare un lavoro usurante…

_____
Post collegati (successivi):

(01/10/2011)
Rocco Siffredi: sono tornato al porno perché depresso

(01/10/2011)
Rocco Siffredi: mi piace fare sesso con donne grassissime, brutte o anziane; sessualmente sono un razzista

La sottomissione della zebra

L’Italia è il Paese dove i pedoni ti ringraziano festosi e meravigliati se tu, in auto, in corrispondenza di un attraversamento zebrato, rallenti e poi ti fermi per farli passare. E si sentono bene, lo percepisci, lo vedi che si sentono bene, contenti per il loro gesto gentile, con il cuore colmo di pace verso un prossimo inspiegabilmente non ostile.

L’Italia è il Paese dove i pedoni non osano attraversare sulle strisce, la quotidiana regola di un Paese europeo qualunque.
Non osano, e potrebbero accampare mille valide scuse, semplicemente non osano, preferiscono aspettare.

L’Italia è il Paese dove la normalità è talmente anomala da salutarla come fosse un evento eccezionale.

Post apparso su Ali E Radici lunedì 28 Gennaio 2008.

Omero nel Baltico (Felice Vinci)

Scrivevo sul blog Ali E Radici lunedì 28 Gennaio 2008…

Segnalo volentieri un testo splendido: Omero nel Baltico di Felice Vinci (Fratelli Palombi Editore); un libro letto con passione ed entusiamo nell’inverno 2002/2003 – tra la provincia sud di Milano e Tallinn – che mi ha dischiuso in tutto il suo fascino una teoria tanto rivoluzionaria quanto realisticamente probabile (non sorprende dunque che sia ingnorata, banalizzata e osteggiata dal cosiddetto mondo ufficiale).

Sulla base delle minuziose ricerche dell’autore il reale scenario dell’Iliade e dell’Odissea è identificabile nell’Europa settentrionale. Le saghe che hanno dato origine ai due poemi provengono dal Baltico e dalla Scandinavia, dove nel II millennio AC fioriva una splendida età del bronzo e dove sono tuttora identificabili molti luoghi omerici, fra cui Troia e Itaca; le portarono in Grecia, in seguito al tracollo dell’Optimum climatico, i grandi navigatori che nel XVI secolo AC fondarono la civiltà micenea; essi ricostruirono nel Mediterraneo il loro mondo originario, in cui si erano svolte la guerra di Troia e le altre vicende della mitologia greca.

Esiste anche una versione inglese che ho avuto modo di regalare con piacere; non nascondo che sarebbe fonte di grande soddisfanzione trovare qualcuno che possa farne una versione in Finlandese e nelle altre lingue europee.

Follow-up del 30 Settembre 2011

Attualmente il testo è disponibile anche i Russo, Svedese e Lituano.

Pianure e chimere

Non è infrequente, specie in occasione delle previsioni del tempo prima o dopo il TG, sentir parlare di una nuova chimera: la Pianura Padano-Veneta.
Una volta era solo padana, adesso ha subito una mutazione; dev’essere il segno dei tempi.

Logo Google dedicato al vincitore del D4G Italia tra 150 anni

Il logo apparso oggi su Google Italia (www.google.it) è dedicato al vincitore del concorso D4G (Doodle For Google) “L’Italia tra 150 anni”.

Il doodle, scelto tra i circa 5.000 inviati, è stato inizialmente sottoposto alle selezioni di una giuria interna di tipo tecnico e successivamente è passato in esame a una giuria artistica composta da Jovanotti, Dario Vergassola, Giovanni Minoli, Giuseppe Pierro e Anna Mattirolo.

Il vincitore assoluto è il doodle “Avanti con energia!” (quello che vedete oggi), realizzato dal gruppo Tuttingamba della Scuola Primaria Borgo Rosselli di Porto San Giorgio. Nella categoria Scuole Medie Inferiori il vincitore è il doodle “W i nuovi simboli!”, realizzato dal gruppo Batta dell’Istituto Comprensivo A Gramsci di Aprilia. Infine nella categoria Scuole Medie Superiori il vincitore è il doodle “I miti continuano”, realizzato dal gruppo Mister One del Liceo Artistico Statale P Petrocchi di Pistoia.

Attendiamo la realizzazione di un doodle dedicato alla Padania.

Melanzana in Inglese si dice aubergine o eggplant?

Dipende dalla sponda dell’Atlantico su cui vi trovate: in British English si dice aubergine, in American English si dice invece eggplant. Entrambe le forme sono dunque corrette.

Una rima sulla Luna

Il termine rima rinvia immediatamente a questioni di metrica e di poesia; l’associazione con la Luna, poi, aggiunge un inevitabile tocco di romanticismo. Tuttavia – l’ho scoperto poco fa per puro caso – rima (identico al singolare e al plurale) è impiegato anche in esogeologia (la geologia dei corpi celesti), e in questo caso ha un significato completamente diverso. Qui rima deriva dall’omonimo termine latino che significa frattura. Le rima sono formazioni geologiche presenti sulla superficie di alcuni pianeti e/o satelliti e sono simili a enormi fenditure nel terreno. Se avete voglia e un minimo di tempo vi invito a fare una breve ricerca sulle rima lunari: ognuna di esse è dedicata a un grande personaggio della storia (e soprattutto della scienza).

I 720 anni dalla fondazione di Paide

Domani ricorrono 720 anni dalla fondazione di Paide, avvenuta – in base ai documenti ufficiali – il 30 Settembre 1291. In passato, nel corso dei miei viaggi in auto da Tallinn a Tartu e ritorno, ne ho spesso approfittato per fare una breve sosta nei pressi del castello fondato dai Cavalieri della Spada dell’Ordine di Livonia. Non saprei dire esattamente perché, ma Paide ha sempre esercitato su di me una fortissima attrazione. Se siete da quelle parti concedetele una breve visita.

Come si chiamano i Sette Nani in Inglese?

Doc – Dotto
Grumpy – Brontolo
Sneezy – Eolo
Sleepy – Pisolo
Happy – Gongolo
Bashful – Mammolo
Dopey – Cucciolo

Definizione alternativa di bestemmia

Associazione verbale ardita tra divinità e animali.

Celtic e Celts si pronunciano Seltic e Seltz o Keltic e Keltz?

Tecnicamente sono corrette entrambe le forme, ma vale la pena fare due precisazioni.

Un primo elemento di discrimine (quello più importante) è rappresentato dal contesto storico: la tendenza attuale è quella di pronunciare con la k quando ci si riferisce alla popolazione indoeuropea, e di utilizzare la pronuncia con la s quando ci si riferisce al contesto sportivo.

Il secondo elemento di discrimine è invece di natura geografica: le forme Seltic e Seltz sono tipiche dell’American English, viceversa Keltic e Keltz predominano nel British English.

Non è difficile notare come sia in atto una tendenza che va progressivamente riducendo le forme con la k (più dure e meno naturali dal punto di vista grammaticale) a favore delle forme con la s (spinte anche da TV e mezzi di informazione in genere).

Giacomo Bernardi scopre e filma i primi pesci in grado di usare pietre come utensili

La notizia ha una notevole rilevanza scientifica: il biologo evoluzionista Giacomo Bernardi (della University of California Santa Cruz) ha individuato (e filmato) per la prima volta una specie acquatica in grado di utilizzare rudimentali oggetti a mo’ di utensile. Si tratta di alcune specie della famiglia dei Labridae, pesci ossei diffusi quasi ovunque ma con una forte predilezione per le zone tropicali. Le riprese di Bernardi (effettuate presso la barriera corallina australiana) mostrano uno di questi pesci mentre utilizza una piccola pietra come incudine per rompere il guscio di un mollusco di cui si ciba. In passato si erano riscontate abilità simili negli scimpanzé e in alcuni uccelli (soprattutto fringuelli).

Chimp, chimpanzee, scimpanzé

In Inglese scimpanzé si dice chimpanzee, ma esiste anche il diminutivo chimp che in Toscano è praticamente intraducibile (se ci provate non viene fuori nulla di eufonico).

Meteorismo napoletano

Di fronte all’incapacità cronica dei Napoletani di smaltire i propri rifiuti mi è parsa di grande efficacia la sintesi che Luciana Littizzetto, di professione comica, ha dato del concetto di “emergenza”:

“Un’emergenza è una puzzetta che scappa una volta; se questa si ripete non si parla più di emergenza ma di meteorismo”.

Riduzione dell’omonimo post apparso su Ali E Radici domenica 27 Gennaio 2008.

Topologia dei cieli di Milano

Non è certamente vero, ma mi è sempre piaciuto raccontare agli amici stranieri (specie a quelli abituati alla purezza immensa del blu del Baltico) che qui a Milano abbiamo solo due tipi di cielo: cielo grigio-topo chiaro, d’estate; e cielo grigio-topo scuro, d’inverno.

Post apparso su Ali E Radici lunedì 28 Gennaio 2008.

Il Papa Buono

Papa Giovanni XXIII è passato alla storia ed è ancor oggi ricordato con l’appellativo affettuoso di Papa Buono.

Questa cosa mi ha sempre lasciato perplesso; mi sono sempre domandato che bisogno ci fosse di sottolineare per un singolo papa quel concetto di bontà; per un papa la bontà non è forse una specie di pre-condizione?
Un po’ come dire che l’acqua è bagnata; del tutto pleonastico.

Viene da pensare che se si sente il bisogno di specificare che Giovanni XXIII era buono forse gli altri non lo erano, o non lo erano a sufficienza.

Post apparso su Ali E Radici domenica 27 Gennaio 2008.

Le ombre vive di Artem Kostyukevich

Artem Kostyukevich è un illustratore russo nato a Omsk (Siberia sud-occidentale) nel 1971 e formatosi in Europa (prima a San Pietroburgo e successivamente ad Amburgo). Si segnala per lo sviluppo di un modo molto innovativo di intendere la connessione tra figure e rispettive ombre. Vi consiglio caldamente di cercare qualche immagine in Rete.

Logo Google dedicato a Narcís Monturiol i Estarriol

Google Andorra (www.google.ad) e Google Catalogna (www.google.cat) dedicano oggi, nell’anniversario dei 192 anni dalla nascita, un interessante doodle a Narcís Monturiol i Estarriol (1819 – 1885), intellettuale e inventore catalano a cui si deve la realizzazione dei sommergibili Ictíneo I e Ictíneo II, quest’ultimo il primo della storia con propulsione a vapore.

Outdoor sex a Napoli. Fare sesso per strada all’alba: la nuova moda dei giovani partenopei?

Così almeno riferiscono oggi alcune agenzie di stampa. Tuttavia affinché la cosa possa essere presa in considerazione ci vorrebbe almeno qualche dato, che per ora non c’è. Ma che importa, di fronte a una qualunque notizia c’è forse ancora qualcuno che oggi si domanda se questa è vera?

(Dopo il polpo Paul e l’orso Knut) è morta Heidi, l’opossum strabica dello zoo di Lipsia

Al di là dell’umana tenerezza (per ovvie ragioni di vicinanza biologica un po’ meno per il polpo Paul e un po’ più per Knut in versione orsetto non ancora cresciuto) non si può non notare come Paul, Knut e Heidi abbiano rappresentato, loro malgrado e prima di ogni altra cosa, una gigantesca operazione di marketing per attrarre visitatori nei rispettivi zoo. E io – per chi non lo sapesse – non sono un amante degli zoo, specie se cittadini, piccoli e di concezione tradizionale.

Miracolina (miraculin)

La miracolina (in Inglese miraculin) esiste: si tratta di una glicoproteina utilizzata come sostituto dello zucchero che viene estratta dalla synsepalum dulcificum (una pianta della famiglia delle sapotaceae originaria dell’Africa occidentale, più nota come frutto miracoloso). In sé la miracolina non è dolce, ma dopo la sua assunzione – è questo il suo effetto miracoloso – ogni sostanza, anche la più amara, vi sembrerà incredibilmente dolce.

Un esempio pratico di ragionamento fallace

Riporto di seguito un semplice esempio per illustrare come il nostro ragionamento può essere facilmente indotto all’errore. Quel che propongo non è che una variante personale di un test a struttura ben consolidata, in circolazione ormai da diversi anni (probabilmente da decenni).

Mia moglie Indrė è appena tornata dalla libreria del paese dove ha acquistato un libro e un biglietto di auguri per una spesa complessiva di 23 euro. Sapendo che il libro è costato 20 euro più del biglietto di auguri, quanto sono costati, rispettivamente, libro e biglietto di auguri?

Se avete risposto quasi d’istinto 20 euro e 3 euro sappiate che avete sbagliato; la maggior parte delle persone risponde proprio come voi, ma non prendete tutto ciò a motivo di consolazione, piuttosto la cosa è un segnale evidente di come cadere in errori di ragionamento (persino banali come questo) è molto più semplice e frequente di quanto si possa pensare.

Vediamo la soluzione del problema. Indichiamo con l il costo del libro e con b il costo del biglietto di auguri. La situazione descritta dal test può essere rappresentata mediante il seguente sistema di due equazioni in due incognite

(1.1) l + b = 23
(1.2) lb = 20

Dalla (1.2) esprimiamo l in funzione di b

(1.3) l = b + 20

E poi sostituiamo nella (1.1)

(1.4) b + 20 + b = 23
(1.4) 2b = 23 – 20
(1.4) 2b = 3
(1.4) b = 3/2 = 1,5

Sostituendo ora nella (1.3) otteniamo

(1.5) l= 1,5 + 20 = 21,5

Riepilogando, la soluzione del sistema (1.1)-(1.2) è

(1.4) b = 1,5
(1.5) l= 21,5

Dunque il libro è costato 21,5 euro e il biglietto di auguri 1,5 euro. Sorpresi?

Il problema in oggetto si presta a una naturale generalizzazione. Se indichiamo con x e y (dove, per convenzione, x > y) il costo di due prodotti qualunque, con s la loro somma e con d la loro differenza possiamo scrivere

(2.1) x + y = s
(2.2) x – y = d

La cui soluzione è data da

(2.3) x = (s + d)/2
(2.4) y = (sd)/2

Nota: la condizione x > y ha validità solo nel caso di esempi reali (da un punto di vista strettamente matematico non è invece necessaria).

Logo Google dedicato a Lu Xun

Lu Xun è stato uno scrittore cinese riconosciuto come il padre della lingua cinese moderna. Il 25 Settembre scorso Google Cina (www.google.cn) gli ha dedicato un logo in occasione dei 130 anni dalla nascita.

Voci precedenti più vecchie