Erik Johansson: surrealismo, iperrealismo, impossibilità, illusione, ma sopratutto ironia

Di fronte a un nome e a un cognome così l’unica certezza è che, direttamente o indirettamente, c’è di mezzo la Svezia. Già, ma in Svezia a chiamarsi Erik Johansson sono in moltissimi (come minimo qualche migliaio). L’Erik Johansson di cui voglio parlare qui è invece un giovane fotografo scandinavo (attualmente residente a Berlino) che ha fatto della manipolazione e del fotoritocco una vera e propria arte. Per ottenere risultati come quelli che potete ammirare qui c’è bisogno di una notevole intelligenza, di una grande preparazione tecnica, ma sopratutto di ciò che potremmo chiamare capacità di visione, ovvero saper guardare a cose e situazioni comuni o antiche da un’ottica completamente diversa, innovativa e insolita. L’unico appunto che possiamo muovergli è, per il momento, un’originalità ancora troppo limitata. Nell’osservare le sue opere non è infatti difficile notare forti influenze, tra gli altri, di Escher, Magritte e Gligorov, oltre al debito nei confronti delle tecniche di costruzione delle illusioni ottiche e, in particolare, degli oggetti impossibili. Ma data la giovanissima età c’è ragione di pensare che Johansson avrà tutto il tempo di orientarsi verso uno stile proprio e più personale.

Riporto di seguito alcune tra le opere che preferisco:

Intersecting Planes
Big Laundry Day
Deep Impact
Revelation Fields
Vertical Turn
Melting Point
Roadworker’s Coffee Break
Homo Sapiens
Face vs Fist
Wet Dreams on Open Water
Häng Havet på Väggen
Go your own Road
Swedish Air House
Stryktålig
Arms Break, Vases Don’t
Kaffeslump
Nackdel med att Hacka Fort
Lazy Dogs
Arbeta på Havet
Penrose Lego
Cover Stratco, Australia
Stay in Bed, Australia

Sul sito troverete anche alcuni video che mostrano interessanti illusioni ottiche realizzate in luoghi pubblici di Stoccolma e di altre cittadine svedesi.

14 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Rose
    Apr 18, 2012 @ 08:15:06

    Artista molto interessante, ironia e fantasia a iosa. Mi piacciono i surrealisti, quando non sono troppo inquietanti. Dal momento che ogni tanto parli dei polacchi, mi permetto di ricordare gli straordinari Olbinski
    http://it.images.search.yahoo.com/search/images;_ylt=A7x9QXlrWY5P_QgAydEbDQx.?p=olbinski&fr=greentree_ff1&fr2=piv-web
    e Yerka
    http://it.images.search.yahoo.com/search/images?_adv_prop=image&fr=greentree_ff1&va=yerka

  2. Rose
    Apr 18, 2012 @ 08:20:42

    Mi sono accorta che il primo link non funziona. Ma basta digitare Rafael Olbinski e viene fuori di tutto: mondi stralunati e impossibili. Una meraviglia!

  3. Nautilus
    Apr 18, 2012 @ 09:07:24

    Rafał Olbiński piace moltissimo anche a me; mi permetto, senza offesa, di integrare il tuo commento con la grafia corretta 🙂 se qualcuno non lo conoscesse segua i link di Rose oppure faccia una ricerca con Google Immagini o, in generale, con qualche altro motore di ricerca, ne vale assolutamente la pena! E grazie a Rose per averlo citato!

  4. Nautilus
    Apr 18, 2012 @ 09:15:09

    Non conoscevo Jacek Yerka, che scopro essere di Toruń, una città polacca che non ho ancora avuto il piacere di visitare, ma che per tutti gli appassionati di matematica come me è una specie di luogo sacro: è il luogo in cui è nato e cresciuto Copernico. Le opere di Yerka mi paiono molto interessanti, grazie per avermelo fatto scoprire, un motivo in più per tornare in Polonia!

  5. Rose
    Apr 18, 2012 @ 13:42:15

    Sì, io ho visto entrambe le grafie… Dai, litighiamo, su ‘sta cosa! 😉

    Resta il fatto che sono artisti straordinari. Mi colpisce sempre come padroneggino completamente la tecnica e abbiano una cura certosina del dettaglio, oltre, naturalmente alla capacità di visione.

    E cosa ne pensi di Vladimir Kush?

    http://it.images.search.yahoo.com/search/images;_ylt=A7x9QV_Hp45PgFoACKkbDQx.?p=Vladimir+Kush&fr=greentree_ff1&fr2=piv-web

  6. Nautilus
    Apr 18, 2012 @ 19:03:36

    Credo che in casi come questi la precisione sia molto importante. Rafał si pronuncia più o meno “Rafau”, che è piuttosto diverso da “Rafal”.

    Per quanto riguarda Vladimir Kush, che non conoscevo, trovo che i suoi lavori siano davvero notevoli, con soluzioni innovative e inattese. Grazie per avermelo fatto conoscere!

  7. Rose
    Apr 18, 2012 @ 20:41:16

    Ubi maior… Per Rafal, ovviamente. Sei tu l’esperto di ligue baltiche. 😀
    A dire il vero, anni fa abbiamo fatto un viaggio in Polonia, e avevo acquistato un vocabolario Polacco/Italiano, ma è troppo in alto nella libreria e non ho voglia di controllare. Ti credo sulla parola. 😀

    Sono contenta che Kush ti sia piaciuto.

  8. Rose
    Apr 18, 2012 @ 20:43:59

    “ligue” baltiche? Povera me! 😦

  9. Nautilus
    Apr 18, 2012 @ 21:27:27

    Dopo “Bresciano stanziale” eleggo “troppo in alto nella libreria” frase del mese (Aprile 2012) 🙂 Mi sorprendi!

  10. Rose
    Apr 19, 2012 @ 08:14:05

    Saresti sorpreso dal numero delle cose in cui potrei sorprenderti. Non tutte positive, naturalmente. 😀

  11. Nautilus
    Apr 19, 2012 @ 22:31:40

    Vedremo… stai diventando una delle commentatrici più assidue del blog… e devo anche ringraziarti per qulla cartolina! 😉

  12. Alice
    Mar 23, 2013 @ 13:40:36

    Io credo che la mia preferita sia questa! Forse perché mi sveglio così (o sogno di svegliarmi così) tutte le mattine 🙂

  13. Nautilus
    Mar 23, 2013 @ 15:01:22

    @ Alice

    È molto bella, la mia preferita, invece, è Arbeta på Havet. Il titolo è una specie di gioco di parole in Svedese, una roba del tipo “lavorare al mare”, dove quel “al” si confonde volutamente con un complemento di stato in luogo.

  14. Alice
    Mar 23, 2013 @ 23:44:53

    Sì, si completa molto bene con il titolo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...