Morti, margherite e vettori

Di recente mi sono imbattuto in una curiosa espressione idiomatica inglese che non avevo mai sentito prima: “to be pushing up (the) daisies”. L’equivalente toscano “essere morti e sepolti” non possiede nemmeno una goccia della forza e della creatività espressiva contenute nell’originale; non a caso, per ovviare a ciò, qualcuno propone traduzioni alternative come “guardare l’erba da sotto” o “vedere l’erba dalla parte delle radici” (certamente migliori ma ancora lontane dall’intensità dell’Inglese).

Ancora una volta non posso che stupirmi di fronte ai caratteri di geometricità ed empiricità della lingua inglese. Ogni tanto ho ancora tempo di dare qualche lezione privata e con i miei alunni occasionali ricorro sempre – usando carta e penna – a un approccio cartesiano; crea un ancoraggio visivo, è percepito come un gioco inatteso e, sopratutto, si rivela utilissimo allo scopo ultimo dell’insegnamento. Buttare giù una linea e alcune tacche per spiegare tempi ritenuti difficili come il present e il past perfect continuous (e l’uso, annesso, di for e since) diventa improvvisamente facilissimo, e quando uno memorizza il concetto per immagini non lo dimentica più. In “to be pushing up (the) daisies” è evidente un innegabile senso di verticalità con orientamento dal basso verso l’alto (in pratica stiamo parlando di un vettore!).

Vorrei inviatarvi (molto molto caldamente) a leggere il post originale Cultura inglese: il pappagallo morto (su Terminologia etc.) da cui ho tratto ispirazione per questo pezzo. Ricorrendo all’Inglese lo definirei un notevole esempio di “a post with hypercubic balls”. Si parte da un video capolavoro dei Monty Python per costruire in pochi passaggi un mini trattato (leggero ma squisitamente denso) di espressioni idiomatiche, eufemismi e sinonimi inglesi sul concetto di morte, morire, esser morti, … Notate anche il diverso (e sapiente) uso delle parole chiave tra titolo (Cultura inglese: il pappagallo morto) e permalink (eufemismi-inglesi-verbo-morire). A mio parere uno dei post migliori mai scritto dalla curatrice del blog, Licia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...