Orloch!

Il termine non fa parte del mio vocabolario milanese abituale, invece esso era utilizzato spesso da mio padre. “Orloch” [urluk] è una traduzione di “allocco“, che – come in Toscano – indica una persona piuttosto stupida*. Il Milanese è però fortemente dipendente dal contesto; “orloch”, a seconda della situazione, può quindi assumere diverse gradazioni che vanno dall’offensivo al quasi neutro.

Nota: nelle parentesi quadre è indicata la pronuncia, gli accenti sono resi con una sottolineatura.

_____
* l’allocco (Strix aluco) è un rapace notturno che si è guadagnato (immeritatamente) la fama di essere stupido; ciò si deve all’espressione di fissità assunta dai suoi occhi quando vengono colpiti da una luce diretta; si tratta della stessa espressione mostrata da chi resta attonito e imbambolato di fronte a una situazione inattesa.

_____
Post collegati (successivi):

(07/12/2012)
Urluch!

(07/12/2012)
L’allocco è stupido o porta sfortuna?

(08/12/2012)
Soroch!

(08/12/2012)
Gnuch ‘me on tarluch

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Silvia Pareschi
    Dic 07, 2012 @ 23:55:09

    Ecco, ne parlavo proprio l’altra sera con la mia amica ornitologa, che mi spiegava che quelli che sento qui intorno di notte non sono civette, ma allocchi. E allora ci siamo messe a spiegare al marito americano che allocco è anche sinonimo di stupido, e come al solito ho avuto un attimo di straniamento nello spiegare una cosa che noi diamo per scontata a uno che mi guarda un po’ perplesso.

  2. Nautilus
    Dic 08, 2012 @ 00:10:13

    @ Silvia Pareschi

    “Qui intorno” significa San Francisco? Con tutti i tuoi recenti spostamenti ho perso la cognizione di dove sei 🙂
    Seguo sempre il blog, ma faccio un po’ fatica a intervenire: a volte ho l’impressione di essere come un pesce fuor d’acqua in un club di sole donne 🙂
    In ogni caso poter vivere in un posto che di notte è popolato da allocchi mi sembra una bella esperienza. Da queste parti l’unica cosa interessante sono i pipistrelli, che però sono silenziosi e quasi invisibili, e poi ci sono sopratutto d’estate. Ecco, mi hai fatto ricordare che devo finalmente decidermi a installare una bat box sul balcone!

  3. Silvia Pareschi
    Dic 08, 2012 @ 12:01:59

    No, sono in Italia, “qui intorno” è il lago Maggiore!
    Argh, non voglio un club di sole donne! Gli uomini ci sono, è solo che le donne sono più loquaci!

  4. Rose
    Dic 08, 2012 @ 12:46:21

    I gufi, nella mia esperienza americana, sono dei portafortuna. Nelle case se ne vedono un sacco: quadretti, pupazzi di stoffa ecc.

  5. Nautilus
    Dic 08, 2012 @ 14:18:05

    @ Silvia Pareschi

    Il tuo blog mi fa pensare sempre al classico “Gli Uomini Vengono da Marte, le Donne da Venere” di John Gray 🙂
    È per via del diverso tipo di comunicazione marziana e venusiana: noi uomini parliamo per fornire informazioni (e se non ne abbiamo stiamo zitti), voi donne parlate per condividere emozioni, sentimenti, ecc. (e se non avete informazioni da trasmettere parlate lo stesso) 😉
    Ué, prendilo come un complimento, mi raccomando! 🙂

  6. Nautilus
    Dic 08, 2012 @ 14:21:50

    @ Rose

    Ne stavo parlando in macchina poco fa con mia moglie perché volevo capire se anche in Lituania i gufi, gli allocchi e le civette sono associati a qualche particolare caratterizzazione umana. Ma così non è. Lei mi faceva però notare che la mamma del fidanzato di una nostra amica colleziona gufi di vario tipo. Ciò a conferma della mia tesi che i gufi non sono necessariamente associati a cattiva sorte come invece accade nella cultura anglo sassone. E ora tu non fai che confermare la mia idea con quelle belle foto che hai condiviso! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...