I scarp del tennis

Stringhe ricercate su Google (con uso delle virgolette). È quasi commovente vedere che la versione corretta sia ancora quella prevalente.

Versione corretta:

“el portava i scarp del tennis”*: 131.000

Versioni errate:

“el portava i scarp de tennis”: 48.400
“el purtava i scarp del tennis”: 94.200
“el purtava i scarp de tennis”: 75.000
“el portava i scarp del tenis”: 35
“el portava i scarp de tenis”: 20
“el purtava i scarp del tenis”: 8.800**
“el purtava i scarp de tenis”: 2.920

_____
* pronuncia: [él purtava i skarp dél tènis]

** grafia ricalcata sulla pronuncia

Recuperare o ricuperare? Recupero o ricupero?

Sono possibili entrambe le forme, ma le prie sono largamente più diffuse, come si evince dalle occorrenze in Google riportate qui di seguito.

recuperare: 19.000.000
ricuperare: 181.000

recupero: 35.900.000
ricupero: 527.000

Vengo anch’io (no tu ska!)

Vengo anch’io (no tu no!), cover ska dei bergamaschi Green Bricks.

El parlava de per lü

Parlava da solo.

Lampi ed eclissi

Se c’è una cosa che adoro sono i fari. Ne ho visti numerosi nella mia vita, quasi tutti in Estonia (in particolare quelli dell’isola di Saaremaa). I “lampi” e le “eclissi” non sono altro che le emissioni di luce (i lampi) e gli intervalli di buio (le eclissi) tra un’emissione e l’altra. Ogni faro ha la propria sequenza di luce e buio, una caratteristica che lo rende unico o quasi rispetto a tutti gli altri: in pratica una specie di impronta digitale.

A proposito, se siete a Milano e volete provare l’esperienza di cenare dentro un faro vi consiglio la brasserie vallona Le Vent Du Nord (in zona Porta Romana). Un ottimo posto dove, tra le altre cose, potrete degustare birra di alta qualità.

Juvendetta

Il titolo di TuttoSport di oggi.

Specchio mio che sei sul muro, sono io la più bella, è sicuro?

Il brano originale dei fratelli Grimm era così, dunque un po’ diverso dalla versione che è stata raccontata a noi da piccoli: “specchio specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?”. In Inglese, invece, si usano le forme “mirror mirror on the wall, who is the fairest of them all?” e “mirror mirror on the wall, who is the fairest one of all?”. In questo caso il riferimento al “muro” è stato mantenuto.

michele.lupo.orrore.moderno

Michael Wolf.

La Sindrome di Kessler è stata avanzata nel 1978 o nel 1991?

Le famose gemelle originarie della Sassonia con questa sindrome non c’entrano nulla. Il nome deriva dall’astrofisico ed ex scienziato NASA Donald J Kessler che si è occupato in dettaglio delle problematiche relative ai detriti spaziali artificiali. La Sindrome di Kessler (ma sarebbe meglio parlare di “effetto”) è un particolare scenario distruttivo che si potrebbe verificare qualora sull’orbita bassa dei satelliti artificiali si raggiungesse una massa critica di detriti.

Stavo approfondendo in internet questo argomento quanto ho notato, su Wikipedia, un’incongruenza sulla data in cui, per la prima volta, è stata avanzata questa teoria. La versione nostrana del sito (vedi qui) fa riferimento al 1991. Allo stesso modo si comportano la versione tedesca (qui) e quella spagnola (qui, anno riportato solo nelle note). Per il 1978 troviamo invece le versioni inglese (qui), basca (qui), finlandese (qui, anno riportato solo nelle note), francese (qui) e ungherese (qui). Nessuna data citata, invece, nelle versioni norvegese (qui) e portoghese (qui).

Probabilmente la cosa ha tratto origine da due articoli dello stesso Kessler: Collision Frequency of Artificial Satellites – The Creation of a Debris Belt (del 1978, scritto con Burton G Cour-Palais e pubblicato sul Journal of Geophysical Research) e Collisional Cascading: The Limits of Population Growth in Low Earth Orbit (del 1991, pubblicato su Advances in Space Research).

La data corretta in questo caso è il 1978, tuttavia ciò mostra come affidarsi in toto a internet (in particolare a Wikipedia) non è sempre garanzia di correttezza.

Nota: questo post potrebbe essere superato da future correzioni sulle pagine citate sopra. Esso rappresenta una fotografia al 30 Marzo 2013, ore 9:35.

Porkphylactic (porcfilattico?)

Ve lo immaginate un profilattico aromatizzato al bacon? Vi sembra improbabile? Eppure esiste! A realizzarlo ci ha pensato questa azienda statunitense che, quale unica ragione d’esistenza, sembra avere quella di “baconizzare” il pianeta.

Dove minchia si trova il Golfo di Latvia?

Golfo di Latvia? Ci sono stato un numero imprecisato di volte (non meno di cinquanta), sopratutto nella sua parte estone, ma – scemo io – mica sapevo si chiamasse così. Stupidamente l’ho sempre chiamato Golfo di Riga. Come sono ignorante!

Guardate un po’ qui: chi poteva scrivere questo pezzo di subgiornalismo geografico se non La Repubblica? E dire che, nello stesso articolo (non firmato), riescono a piazzare sia Golfo di Latvia che Golfo di Riga.

Nota: chiedo scusa per essermi lasciato un po’ andare nel titolo.

Di Latvia avevo già parlato il 10 Aprile 2012 in Università della Latvia? e qualche giorno dopo (17 Aprile 2012) in Ma che Paese è la Latvia? Diciamo che con questo post siamo arrivati alla terza puntata, ma è altamente probabile che nel frattempo mi sia perso molte altre perle del genere.

(English)fero, (English)fers, (English)tuli, (English)latum, (English)ferre

Stamattina ho deciso di andare alla ricerca di tutte le parole inglesi che terminano con “ferous”. Di seguito i 230 vocaboli che sono riuscito a trovare (fonte: Word by Letter). Come potete immaginare si tratta di un lessico prettamente tecnico, con poche eccezioni di dominio comune e diffuso.
Alcuni termini sono davvero curiosi, per esempio “aliferous” (having wings, vedi Merriam Webster), che – correggetemi se sbaglio – non credo abbia un corrispondente nella nostra lingua.

acetabuliferous
acidiferous
aeriferous
agatiferous
albuminiferous
aliferous
aluminiferous
amentiferous
ammonitiferous
amygdaliferous
anatiferous
antenniferous
antheriferous
anthraciferous
aquiferous
argentiferous
argilliferous
armiferous
arseniferous
arundiferous
astriferous
auriferous
bacciferous
balaniferous
balsamiferous
biantheriferous
biferous
biliferous
bismuthiferous
bituminiferous
branchiferous
bulbiferous
byssiferous
calamiferous
calcariferous
calciferous
Carboniferous
celliferous
celluliferous
ceriferous
chalaziferous
cheliferous
chyliferous
chymiferous
cirrhiferous
cirriferous
cobaltiferous
cocciferous
columbiferous
conchiferous
coniferous
coralliferous
corniferous
corticiferous
corymbiferous
costiferous
cruciferous
crystalliferous
culmiferous
cupriferous
cupuliferous
cymiferous
dentiferous
diamantiferous
diamondiferous
doniferous
dorsiferous
embryoniferous
ensiferous
estiferous
fatiferous
febriferous
ferriferous
fetiferous
filliferous
flammiferous
fletiferous
floriferous
fluctiferous
foliferous
foraminiferous
fossiliferous
frondiferous
fructiferous
frugiferous
fumiferous
furciferous
garnetiferous
gelatiniferous
gemmiferous
gemmuliferous
geodiferous
glandiferous
glanduliferous
globiferous
globuliferous
gossaniferous
graniferous
granuliferous
guaniferous
gummiferous
guttiferous
gypsiferous
hederiferous
herbiferous
igniferous
infrugiferous
lactiferous
lamelliferous
laminiferous
lanciferous
laniferous
laticiferous
lauriferous
lethiferous
ligniferous
lignitiferous
luciferous
lucriferous
luminiferous
lyriferous
magnetiferous
mammaliferous
mammiferous
manganiferous
margaritiferous
melliferous
metalliferous
membraniferous
mortiferous
muciferous
multiferous
muriatiferous
nectariferous
neurosensiferous
nickeliferous
nimbiferous
nitriferous
noctiferous
nubiferous
nuciferous
odoriferous
oleiferous
omniferous
operculiferous
opiferous
ossiferous
ostriferous
oviferous
ovuliferous
palmiferous
pestiferous
petaliferous
piliferous
pistilliferous
placentiferous
platiniferous
plumbiferous
polleniferous
polliniferous
polypiferous
pomiferous
poriferous
proliferous
pruniferous
pulmoniferous
pyritiferous
quartziferous
racemiferous
resiniferous
roriferous
sacchariferous
sacciferous
saliferous
saliniferous
salutiferous
sanguiferous
scopiferous
scutiferous
sebiferous
seleniferous
semeniferous
seminiferous
sensiferous
septiferous
setiferous
siliciferous
siphoniferous
soboliferous
somniferous
soniferous
soporiferous
sorediferous
spiciferous
spiniferous
spiriferous
splendiferous
sporidiferous
sporiferous
sporuliferous
spumiferous
staminiferous
stanniferous
stelliferous
stoloniferous
stomatiferous
styliferous
subcarboniferous
suciferous
sudoriferous
tanniferous
tentaculiferous
tergiferous
thuriferous
titaniferous
tridentiferous
tubuliferous
tuberiferous
turioniferous
umbelliferous
umbraculiferous
umbriferous
unguiferous
uriniferous
vaporiferous
veliferous
viruliferous
vociferous
yttriferous
zinciferous

Evaporation: process of changing from liquid or solid state into vapor

Ho letto questa definizione ieri sera su Word Dynamo. Emergono due inesattezze. Innanzitutto l’evaporazione è una delle due forme* del passaggio di stato chiamato “vaporizzazione”. In secondo luogo la transizione da solido ad aeriforme andrebbe più correttamente chiamata “sublimazione” (sublimation)**.

_____
* l’evaporazione interessa la sola superficie di un liquido, l’ebollizione l’intero volume

** il processo inverso è detto “deposizione” (deposition) o talvolta “brinamento” (meno corretto)

SPQE: sono pazzi questi Estoni

Meiecundimees üks Korsakov läks eile Lätti (Winny Puhh). Va da sé che quel “pazzi” è in senso assolutamente positivo! Suggerimento: il video in questo post è solo una delle tante versioni disponibili; divertitevi a cercare in Rete le altre.

Veneti Fair

Gioco di parole che mi è venuto in mente stamattina mentre ascoltavo una trasmissione radiofonica.

Danubio baltico

Donau (Danese, Norvegese Bokmål, Norvegese Nynorsk, Svedese, Tedesco)
Donava (Lettone)
Donuojos (Samogiziano)
Doonau (Estone)
Dunaj (Polacco)
Dunojus (Lituano)
Tonava (Finlandese)

Dubbio: Danubio o Danubbio?

Ho provato a fare una ricerca in Google inserendo la stringa “danubbio” (con le virgolette). Il numero di occorrenze è impressionante!

Come si chiamano gli abitanti di Vilnius, Riga e Tallinn?

Abbozzo qualche idea.

Vilnius: Vilnesi/Vilnensi (simpatico, ma poco probabile Vilniusiani)
Riga: Righesi (meno probabile Righiani)
Tallinn: Tallinesi (meno probabile Talliniani)*

Si accettano contributi!

_____
* inevitabile la perdita della seconda “n”

Come si chiamano gli abitanti di Oslo?

La cosa è dibattuta già a partire dal Norvegese, dove si trovano i termini “osloenser/osloenserer” (sia maschile che femminile), “oslokvinne/oslokvinner”* (femminile), “oslomann/oslomenn”* (maschile), “oslojente/oslojenter”* (femminile), “oslogutt/oslogutter”* (maschile) e “osloborger/osloborgere” (sia maschile che femminile).

In Inglese è facile: si usa il demonimo “Oslovian(s)”.

E in Toscano? Di seguito un possibile elenco:

Oslandi***
Osleni
Oslensi
Oslesi
Osliani
Oslici
Osliti
Osloani
Osloeni
Osloensi
Osloiani
Osloiti
Oslomanni**
Oslomenni**
Osloni
Osloniti
Oslotici
Oslovesi**
Osloviani
Osloviti

Qualche preferenza?

_____
* kvinne/kvinner = donna/e; mann/menn = uomo/uomini; jente/jenter = ragazza/e; gutt/gutter = ragazzo/i

** aggiunti il 26/03/2013 (Nautilus)

*** aggiunto il 26/03/2013 (Alice)

Tiro al Bersani

Titolo della prima pagina di oggi de Il Fatto Quotidiano.

Padanian demonyms

Aostans/Aostains
Bergamasques
Bolognese
Brescians
Florentines*
Genoese
Leghornese/Livornese*
Lucchesi*
Mantuans
Milanese
Modenese
Paduans
Parmesans
Perugians*
Pisans*
Sienese/Siennese*
Spoletians*
Tridentines
Triestines
Turinese
Venetians
Veronese
Vicentines

_____
* Padania estesa a Toscana, Umbria e Marche

Che cos’è la Chanson d’Aliscans?

È di oggi la notizia della scoperta di un frammento della Chanson d’Aliscans per opera del professore Armando Antonelli dell’Università di Ferrara (il reperto sarebbe stato rinvenuto presso l’Archivio di Stato di Bologna). Non avendo idea di cosa fosse la Chanson d’Aliscans ho fatto una breve ricerca in internet che è approdata a questa pagina di Wikipedia. Per chi mastica un minimo di Francese comprendere di ciò che si tratta è piuttosto semplice.

Le prime immagini della “maquette” di Amy Winehouse

Al di là della statua, che da queste immagini mi pare davvero ben fatta, a colpirmi è stato il termine “maquette“, mai sentito prima.

Ogni 24 ore in Lituania succede che…

Dati riferiti al 2011.

94 bambini nascono
112 persone muoiono
53 coppie si sposano
28 coppie divorziano
43 persone arrivano da altri Paesi
148 persone lasciano il Paese

Fonte www.stat.gov.lt.

L’aspettativa di vita alla nascita in Lituania (dal 2000 al 2011)

Anno, aspettativa di vita totale, maschile e femminile. Come in molti Paesi l’aspettativa di vita delle donne supera di gran lunga quella degli uomini; in questo caso la differenza è addirittura di undici anni.

2000:   72,14 (66,74 – 77,37)
2001:   71,66 (65,89 – 77,41)
2002:   71,79 (66,15 – 77,39)
2003:   72,05 (66,41 – 77,63)
2004:   71,99 (66,31 – 77,64)
2005:   71,32 (65,36 – 77,42)
2006:   71,12 (65,31 – 77,06)
2007:   70,92 (64,87 – 77,20)
2008:   71,94 (66,30 – 77,57)
2009:   73,10 (67,51 – 78,56)
2010:   73,45 (67,98 – 78,78)
2011:   73,65 (68,05 – 79,14)

Fonte www.stat.gov.lt.

Voci precedenti più vecchie