Le illusioni pavimentali anamorfiche di Julian Beever

L’anamorfismo è un effetto ottico (un’illusione) che si ha quando un’immagine è proiettata in modo distorto su di un piano così che il soggetto ritratto appaia nelle sembianze volute solo se osservato da una particolare posizione/angolazione.
L’anamorfismo permette di dare alle figure elementi di realismo e tridimensionalità molto caratteristici.

La tecnica è conosciuta e impiegata fin dal Rinascimento. L’esempio più noto è probabilmente il teschio che appare nel dipinto Gli Ambasciatori del pittore tedesco Hans Holbein il Giovane.
Oggi l’anamorfismo è usato in vari campi (dal cinema, alla segnaletica stradale, alla pubblicità*).

Le applicazioni più interessanti, tuttavia, sono a mio avviso quelle in campo artistico. Se non avete mai sentito parlare di Julian Beever vi consiglio di dare un’occhiata alle numerose opere “da marciapiede” presenti sul suo sito.

_____
* per esempio le scritte che appaiono sull’asfalto o sul manto erboso durante un gran premio di Formula 1 o quelle che compaiono sui campi di rugby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...