Šviežias suris, Itališkas suris, picų suris, mozzarella, mozarela, mocarela

Sino a circa vent’anni fa si è erroneamente ritenuto che la lingua lituana non avesse necessità di ricorrere al forestierismo “mozzarella”; come conseguenza si è tentato di elaborare una serie di espressioni equivalenti, a volte anche un po’ contorte, come per esempio “šviežias suris” (formaggio fresco), “Itališkas suris” (formaggio italiano) e “picų suris” (formaggio da/per pizza).
Oggi nessuno potrebbe più fare a meno di “mocarela”.

L’introduzione in Lituano della voce “mocarela” ha anche una storia curiosa. Questo termine, infatti, inizialmente è entrato nella lingua per via scritta; di fronte a “mozzarella” i Lituani hanno dunque creato l’adattamento “mozarela”*, ma non conoscendo la fonetica originale pronunciavano “mosarela”, con la “s” di rosa (il cui suono in Lituano corrisponde alla consonante “z”). Con la successiva e prorompente diffusione dell’originale toscano si è compresa anche la pronuncia corretta, e da lì la nascita di “mocarela”, oggi imprescindibile.

_____
* in Lituano non esistono doppie, se non in alcune parole composte dove vengono comunque pronunciate separate, oppure in alcuni termini tecnici musicali importati dal Toscano (es. “allegretto”)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...