Il presidente dell’Estonia va a funghi e si becca la Lyme

È accaduto all’inizio di Agosto. Il presidente Toomas Hendrik Ilves è stato colpito dalla malattia di Lyme dopo aver raccolto dei funghi in un bosco. La diagnosi è stata effettuata presso l’ospedale di Viljandi.

Colgo l’occasione di parlarne in questa sede per allertare gli eventuali turisti che decidano di dedicarsi ad attività di raccolta funghi e bacche durante il loro soggiorno in Lituania, Lettonia ed Estonia.
Si tratta di un passatempo interessante e molto divertente, che contribuisce tra l’altro a ripristinare quel contatto con la natura che dalle nostre parti (se escludiamo le aree alpine e prealpine) si è in gran parte perduto.
Il turista non è però consapevole del rischio zecche, che sono il mezzo attraverso cui la malattia si diffonde nell’uomo.
Al termine di una giornata passata nei boschi è molto importante spogliarsi e controllare la presenza di parassiti, facendosi anche aiutare da qualcuno per verificare parti non facilmente raggiungibili come la schiena.
Le zecche sono molto piccole ed è necessario fare un’ispezione abbastanza accurata. Non tutte sono veicolo di infezione, ma in ogni caso è bene rimuoverle quanto prima. E prendersi qualche zecca è più facile di quanto si possa immaginare. Quindi meglio saperlo prima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...