La virgola prima della “e” (o virgola di Oxford) va messa o no?

Quando in una frase si elencano più elementi questi vengono separati da una virgola; in chiusura, poi – a separazione del penultimo e dell’ultimo termine – si mette una “e” (es. A, B, C e D). Come è noto la congiunzione “e” non deve mai essere preceduta dalla virgola. La regola vale in Toscano e in molte altre lingue del continente, ma non in Inglese. Qui la virgola prima di “and” (es. A, B, C, and D) ha addirittura un nome ad hoc: Oxford comma*.
Sull’uso della Oxford comma allo stato attuale esistono più scuole di pensiero: chi sostiene non debba mai essere utilizzata, chi ritiene debba essere usata sempre e chi consiglia di impiegarla a seconda della situazione. Perché posizioni così diverse? Tutto ruota intorno al tema dell’ambiguità, specie in presenza di elementi del discorso usati con funzione appositiva. Per alcuni la virgola elimina l’ambiguità, per altri la crea. Come uscirne? Con un può di buon senso. La maggior parte delle ambiguità, infatti, può essere eliminata attraverso una semplice riscrittura dei termini (di solito basta cambiarne l’ordine); la parte restante è invece fisiologica, molto rara e risolvibile in base al contesto. D’altra parte siamo di fronte a linguaggi naturali, non a linguaggi di programmazione, dove invece qualunque forma di ambiguità deve necessariamente essere assente.

_____
* nomi alternativi sono serial comma, series comma, Harvard comma

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...