Controra

Controra (pronuncia: contróra) è un composto di “contro” e “ora”. È un termine che non avevo mai incontrato e che è tipico del Toscano parlato nella vicina Italia (specie in Italia del sud). Come riportato dal vocabolario Treccani con controra si intende il periodo (all’incirca fra le ore tredici e le sedici) che nei pomeriggi estivi è destinato al riposo (in Romanesco indica anche l’ora dopo la quale i sorvegliati dalla polizia devono trovarsi in casa).

Advertisements

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Emanuela Cardetta
    Gen 11, 2016 @ 09:36:21

    Sì, da me in Puglia si usa spesso. E’ un termine culturalmente connotato perché legato all’usanza della pennichella pomeridiana

  2. Nautilus
    Gen 11, 2016 @ 10:25:02

    @ Emanuela Cardetta

    Io continuo a trovare strano il fatto di non averlo mai sentito. Ad esempio i Pugliesi qui a Milano sono almeno centomila eppure in questo termine non mi ci sono mai imbattuto. Secondo te è possibile che qui sia poco usato e che sia più tipico della generazione dei nostri padri? Per esempio, tu lo usi?
    Grazie per il commento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...