Vilnius pensa a un monumento “anche” per Prince

Qui i dettagli. Non starà diventando una moda?

Pieno centro

In Lituano questa locuzione esiste, è perfettamente strutturata e significa “del centro del latte” (genitivo).

Andris Eglītis

Andris Eglītis è un altro di quegli artisti (dalla Lettonia, in questo caso) che trovano menzione su questo blog solo per ragioni statistiche. Ma va da sé che il fatto che a me non piaccia non conta assolutamente nulla.

Katrīna Neiburga

Katrīna Neiburga è una delle più apprezzate visual artist della Lettonia. Citata per dovere di cronaca; della sua produzione a me non piace praticamente nulla.

Vitas Luckus: il principe dell’oscurità

Prendo spunto da questo breve articolo del quotidiano canadese The Globe And Mail per portare all’attenzione dei miei lettori (abituali e di passaggio) la figura enigmatica del fotografo lituano Vitas Luckus. Proprio in questi giorni Toronto gli dedica una mostra dal titolo Vitas Luckus: The Prince of Obscurity. Grazie a Google Images possiamo accedere (qui) ad alcuni dei suoi scatti.

I riti pagani secondo Virgilijus Jankauskas

Presso il Mažosios Lietuvos istorijos muziejus di Klaipėda è in corso (fino al 14 Maggio 2016) un’esibizione fotografica di Virgilijus Jankauskas incentrata sulla ricostruzione di alcuni degli antichi riti pagani in voga secoli fa nel Paese baltico. Il focus sarà sopratutto sugli aspetti gioiosi di quelle celebrazioni. La mostra sarà accompagnata anche da alcune sculture in legno dell’artista Petras Balsys.

Kristiina Poska da Türi

Kristiina Poska è una giovane, brava e bella direttrice d’orchestra estone che oggi vive e lavora a Berlino. Quella che potete leggere qui è un’intervista poco convenzionale, specie per i temi e gli argomenti affrontati, ma per questo ancora più interessante.

Voci precedenti più vecchie