Bokul o uredžin?

Con l’evolvere dei tempi e l’incedere degli anni anche il Milanese, come altre lingue locali, è purtroppo soggetto a un’azione erosiva da parte del Toscano. Così capita di vedere alcuni dei termini originali sostituiti da una forma milanesizzata dei corrispondenti in lingua toscana. Ecco allora, per esempio, che gli orecchini non sono più i bokul* o i bukulin**, ma i uredžin***.

È interessante notare che bokul affonda le sue radici nel vocabolo latino bŭccŭla, diminutivo di bucca, cioè bocca.

_____
* in Milanese classico si scrive bôccol e si pronuncia bokul; qui ho utilizzato una mia variante semplificata dell’alfabeto IPA

** in Milanese boccolin (pronuncia: bukulin)

*** in Milanese classico si scriverebbe oreggin; anche in questo caso ho utilizzato una variante semplificata dell’alfabeto IPA, dove il simbolo “dž” (alla lituana; il corrispondente IPA è “d͡ʒ”) indica la “g” di Genova

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...