Immunità e vaccini. Perché è giusto proteggere la nostra salute e quella dei nostri figli

Nel fine settimana appena concluso ho avuto l’occasione di leggere l’ultimo libro di Alberto Mantovani, uno tra i più importanti immunologi viventi. “Immunità e vaccini. Perché è giusto proteggere la nostra salute e quella dei nostri figli” (Mondadori, 2016) è un lavoro divulgativo molto chiaro, sintetico e sufficientemente breve.

Si tratta di una lettura che definirei utile su tre livelli.
Innanzitutto contribuisce a comprendere a pieno l’importanza dei vaccini nel quadro delle grandi conquiste della civiltà umana (la reale portata di questa pratica, infatti, è ancora oggi inspiegabilmente sottovalutata).
In secondo luogo vengono qui ben spiegate le ragioni per cui è fondamentale che i livelli di popolazione vaccinata siano mantenuti opportunamente alti.
Infine vengono presentati alcuni risultati, oggi di frontiera, che un giorno non troppo lontano potrebbero aprire nuove strade nella lotta contro i tumori.

È sopratutto utile che si prenda coscienza dei rischi, molto gravi e seri, dovuti al mancato ricorso ai vaccini, tanto più che oggi esistono movimenti di massa che, facendo leva sul potere di diffusione di internet e dei social network, promuovono idee folli, antiscientifiche e sopratutto pericolose per le nostre comunità. Se infatti un adulto che decide di non ricorre alla medicina per curare un tumore fa in buona sostanza un danno limitato a sé stesso (e un piacere alla parte sana dell’umanità, aggiungo io), un bambino non vaccinato può creare danni ben più estesi. Comportamenti di questo tipo non possono essere tollerati.

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. stefano664
    Ott 10, 2016 @ 15:15:53

    Se posso suggerirei anche “Il vaccino non è un’opinione” di Roberto Burioni, sulle stesse tematiche.

  2. Nautilus
    Ott 10, 2016 @ 15:26:15

    @ stefano664

    Certo che puoi, e il sottotitolo del libro che citi lo aggiungo io: “Le vaccinazioni spiegate a chi proprio non le vuole capire”.
    Più chiaro di così!

    I movimenti anti-vaccinazioni sono purtroppo un pericolo serio. Un conto è, come dicevo, un adulto che – conscio di come funziona il mondo – decide di non curarsi o di scegliere cure alternative (e di solito inefficaci); questa è una situazione che potremmo paragonare a un suicidio isolato senza conseguenze. Un altro conto è suicidarsi come ha fatto Andreas Lubitz, cioè conducendo alla morte anche tutti gli ignari e incolpevoli passeggeri del volo Germanwings 9525. Decidere di non vaccinare i propri figli è una situazione più simile, una volta superata una certa soglia critica di popolazione non protetta, al caso della recente tragedia tedesca.

    Grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...