La güdža e ‘l güdžin

Chi non conosce il Milanese rimane spesso sorpreso dall’uso di alcuni termini. Güdža* (l’ago) e güdžin** (lo spillo) sono tra questi. Eppure a ben riflettere si tratta di vocaboli non così diversi dai corrispondenti toscani: entrambi, infatti, derivano dal Latino, in particolare da ăcŭs***, che significa appunto ago. Da qui sono nati i diminutivi ăcŭla**** e ăcŭcŭla, poi entrati in Toscano come aguglia. Il passaggio finale avviene per aferesi (perdita di una vocale/sillaba inziale), che trasforma aguglia in guglia e, sul fronte del Milanese, dà origine a güdža (ma anche a güʎa*****, la guglia).

_____
* mia versione IPA semplificata; in Milanese classico si scriverebbe guggia, in quello moderno gügia; la pronuncia corretta è güdža (la sottolineatura indica l’accento)

** mia versione IPA semplificata; in Milanese classico si scriverebbe guggin, in quello moderno gügin; la pronuncia corretta è güdžin (la sottolineatura indica l’accento)

*** sostantivo maschile della quarta declinazione

**** che è poi divenuto voce indipendente per indicare il rivolo o filo d’acqua

***** mia versione IPA semplificata; in Milanese classico si scriverebbe guglia, in quello moderno güglia; la pronuncia corretta è güʎa (la sottolineatura indica l’accento)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...