Rossetto norvegese

A un certo punto del romanzo “Gli Adepti” di Ingar Johnsrud (2015, titolo originale “Wienerbrorskapet”, traduzione di Eva Kampmann) compare il seguente passaggio: «Quello che di primo acchito sembrava rossetto era in realtà un messaggio alla testa, al cuore e al cazzo».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...