Sjælland (Selandia) = Djævleøen (Isola del Diavolo)

La Danimarca è un Paese piccolo. Piccolo come estensione (meno del doppio della Lombardia) e piccolo come numero di abitanti (poco più della metà di quelli della Lombardia). La Danimarca, inoltre, è un Paese piatto, del tutto privo di rilievi.

Visitandola come turisti è abbastanza naturale percepirla come un territorio omogeneo, sia in termini paesaggistici che – ancor più – da un punto di vista socio-linguistico.
In realtà ci sono Danesi e Danesi e le varie aree sono soggette a una certa stereotipazione.

Ci sono i Danesi dello Jutland, della Fionia, della Selandia, di Bornholm e delle isole meridionali come Falster e Lolland. Se gli abitanti di Bornholm sono prevedibilmente considerati Svedesi e se quelli di Falster e Lolland sono quasi unanimemente ignorati, è tra lo Jutland e la Selandia che si scatenano le maggiori rivalità. I Danesi della capitale considerano gli abitanti dello Jutland come contadinotti, provinciali, taciturni, poco raffinati, lenti di comprendonio; per contro chi vive sulla penisola dello Jutland vede gli abitanti della Selandia come gente inutilmente sofisticata, sempre di fretta e dotata di un’inutile parlantina. Ma al di là di ciò nello Jutland tutti hanno un nome specifico per indicare la Selandia: djævleøen, ovvero “isola del diavolo”.

L’origine di questo nomignolo è molto dibattuta, ma tuttora incerta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...