Uffa, ma chi è che mi disordina sempre la scrivania?

La frase che compare nel titolo è stata pronunciata da mia figlia qualche giorno fa. E mi ha molto sorpreso. Mi ha sorpreso perché sino ad allora non sapevo nemmeno che il verbo disordinare si potesse utilizzare in quel modo, anzi, non sapevo nemmeno che esistesse. In tutta la mia vita, nelle conversazioni e nelle mie numerose letture, non l’ho mai incontrato. Quindi, o mia figlia lo ha sentito da qualche parte (ma ho forti dubbi) oppure lo ha costruito per analogia con verbi simili.
Dalle mie parti (Milano) si usa esclusivamente il verbo ordinare; quando se ne deve fare l’opposto si ricorre all’espressione “mettere in disordine”. Un po’ come in Inglese l’opposto di sort non è unsort*, ma mess up.

_____
* il verbo unsort in realtà esiste, ma solo come neologismo usato in informatica; se ad esempio immaginiamo di ordinare (sort) una tabella Excel, con l’operazione di unsorting non si intende scombinare i record in modo causale, ma ripristinare l’ordinamento precedente; un po’ come nel caso del comando undo il prefisso “un” ha il significato di annullamento dell’ultima operazione

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...