Quest’anno a carnevale mi vesto da ebreo

Ci sono aspetti della vita contemporanea che rendono i Paesi baltici una esemplare e orgogliosa avanguardia d’Europa. Per altri, tuttavia, ci si ritrova di fronte a un’arretratezza culturale che lascia sbalorditi. Come per esempio l’atteggiamento che molti abitanti di Lituania, Lettonia ed Estonia nutrono ancora oggi nei confronti degli ebrei e di altre minoranze, neri in primis; aspetti che, ai nostri occhi, risultano incomprensibili, antiscientifici, antistorici e – in ultima analisi – indegni.

Qualcosa sta finalmente cambiando anche in Lituania, sebbene i tempi per mutazioni di questa portata non possano che essere inevitabilmente lunghi. Il carnevale 2017 ha spinto alcuni pensatori (ma anche gente comune) a interrogarsi sull’opportunità di manetenere in vita una tradizione – quella di indossare maschere da ebreo – che la stessa comunità ebrea ritiene offensiva. Per ora si tratta di posizioni minoritarie, ma l’avvio del dibattito non può che essere positivo.

Nel caso della Lituania c’è un elemento in più: molti di coloro che oggi hanno origini lituane e sono divenuti celebri nel mondo (a partire da Bob Dylan) hanno in realtà radici ebreo-lituane. Questa ampia pagina di Wikipedia ne è una testimonianza evidente e inequivocabile.

Ringrazio l’amica Emanuela Cardetta per avermi segnalato l’articolo Should Lithuanians wear Jew masks for carnival? da cui è nato lo spunto per questo breve post.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...