He’s a leaker

“Despite so many false statements and lies, total and complete vindication*… and WOW, Comey is a leaker!”. Questo tweet rilasciato ieri** da Donald Trump sul caso Russiagate è stato ripreso anche da molte testate della stampa italo-padana, attirate in particolar modo da quell’ultimo vocabolo “leaker”.

Le traduzioni usate con maggior frequenza sono state “talpa”, “informatore”, “gola profonda”, “bugiardo”. Di queste le più corrette sono le prime due.
Anche la terza lo è, tuttavia la locuzione “gola profonda” appare oggi un po’ desueta, rimandando a scenari più tipici della guerra fredda.
Non corretto, invece, l’uso di “bugiardo”.

Come definire leaker. Si tratta di persona che fa trapelare (generalmente alla stampa) informazioni riservate***.
In un articolo (Trump Calls Comey a ‘Leaker.’ What Does That Mean?) pubblicato ieri sul New York Times il giornalista Charlie Savage**** dà la seguente definizione di leak: “The word ‘leak’ has no official legal definition. But the term usually refers to the act of providing confidential information to the public in a surreptitious way and without official authorization”.
L’articolo è però ben più interessante perché strutturato come una serie di domande e risposte che mirano a spiegare cosa si può considerare leak (what is a leak?) e cosa no (what is not a leak?), e sopratutto a chiarire se i leak sono o meno illegali (are leaks illegal?). Nello stesso pezzo viene anche proposto un raffronto tra leaking e “whistle-blowing” e spiegato come il secondo possa essere considerato un caso particolare del primo.

_____
* dedicherò a breve un post a questo caso di falso amico

** 9 Giugno 2017, 12:10 PM

*** i concetti di segretezza e riservatezza sono qui fondamentali; dal momento che Trump è intenzionato ad agire legalmente contro Comey tutto dipenderà dal fatto che le rivelazioni di Comey (tra l’altro mediate da un terzo soggetto) possano essere considerate “(top) secret” o “classified”; in caso contrario i legali di Trump faranno un buco nell’acqua

**** nel momento in cui scrivo questo sito non è accessibile; provando a collegarvisi appare il seguente messaggio: Your access to this site has been limited. Your access to this service has been temporarily limited. Please try again in a few minutes. (HTTP response code 503). Reason: Access from your area has been temporarily limited for security reasons.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...