23 giorni da solo con la lituosuocera. Dvidešimt antra diena – Giorno 22

Giornata strana e molto variabile quella di oggi; una giornata in cui mia suocera ha dato sfoggio dei suoi continui sbalzi di umore.

In mattinata ha litigato con mia moglie al telefono. Si era intasato il water e mia moglie le ha chiesto se – per caso e inavvertitamente – avesse buttato nella tazza una di quelle salviettine umidificate che servono per pulire il culetto dei bambini. Imperdonabile affronto di lesa maestà! Si è sentita immediatamente offesa, è diventata rossa come un peperone e poi ha buttato giù la comunicazione. Infantilismo al cubo.

Poco prima di pranzo siamo stati nell’orto a raccogliere i piselli. A un certo punto, dopo la raccolta, voleva che li tirassi fuori dai bacelli*, ma questo l’ho capito dopo circa un minuto quando il genio si è finalmente resa conto che, invece di parlare parlare e parlare, sarebbe stato opportuno darmi una banalissima dimostrazione pratica. Sì perché nei circa 60 secondi precedenti (che possono essere un’eternità in casi come questi) ha provato una mezza dozzina di verbi a me ignoti, senza però mai dire “aprire”. E no perché in Lituano quasi ogni azione ha il suo verbo specifico, tipo tagliare con le forbici e tagliare col coltello si dice in modi completamente diversi, ma se per caso sbagli e i verbi li scambi tra loro questi mica capiscono.

A pranzo, poi, mi ha riciclato due polpettine** di ieri. Così ho fatto una cosa che non facevo dal 1984, quando – quattordicenne – studiavo nel sud dell’Inghilterra: non visto, le ho lanciate nel giardino della vicina, che è abbandonato da qualche anno, da quando cioè la vicina è morta; all’epoca delle vacanze studio, infatti, ci davano il famoso “packed lunch”, che regolarmente noi buttavamo via con un vigoroso lancio (per poi andare a mangiare da Pizza Hut); comunque nei paraggi è pieno di gatti che si saranno guadagnati un pasto gratis.

Nel pomeriggio sono stato al supermercato Maxima di Švenčionys per prenderle del burro e un’oliaccio che usa per friggere e cucinare. Prima di uscire, però, si è raccomandata che comprassi il burro con l’indicazione “82% di grasso”, perché c’è anche quello al 73%, che però mica è roba da Lituani veri.

Stasera, invece, mentre ero lì che preparavo la pasta per mia figlia, la nonna Milda mi ha fatto un complimento; che poi lei i complimenti (per come parlo, per come cucino, per come faccio le cose in genere) me li fa sempre, e mia suocera la vedi che è invidiosa come una biscia. Comunque la nonna Milda mi ha detto che sono svelto, che tra l’altro io non lo considero nemmeno un compimento. E allora mia suocera si è subito introdotta nel discorso per dire: sì, ma io sono più svelta, sì, ma io sono più svelta (tipo bambina mocciosa, avete presente?). E infatti sei talmente inutilmente svelta che ti cade qualunque cosa dalle mani, urluk!

Ma alla fine è passata anche questa giornata. Domani tornerà qui il fratello di mia moglie e non ho proprio voglia di vederlo, specie perché quando è qui inserisce il pilota automatico e fa sempre le stese cose, alcune delle quali certamente utili, per carità. Prima cosa si mette in mutande, ma diciamo che è un culturista e quindi se lo può anche permettere; poi taglia l’erba e lava la macchina. Per il resto mangia (con l’identico campionario di galateo di sua madre) oppure è costantemente connesso a internet (anzi, quasi sempre fa entrambe le cose contemporaneamente, che è davvero una roba inguardabile). Che poi spesso mi domando: ma quand’è l’ultima volta che avrà letto un libro vero?

Ah, all’inizio parlavo di sbalzi d’umore perché verso sera mia suocera è stata anche semi-gradevole.

Sono rimaste 33 ore, ma credo dovrò rettificare il conteggio. Mia moglie atterrerà domani a Kaunas e in serata sarà a Vilnius. Verrà qui domenica, ma non so ancora a che ora. Comunque al massimo si tratterà di prolungare l’attesa di una mezza giornata. Visto che sono arrivato fin qui…

_____
* OK, si dovrebbe dire baccelli ma a me piace più bacelli

** qui si chiamano “kotletukai” (plurale di kotletukas); e siamo chiaramente in presenza di una falso amico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...