Netikras zuikis (falsa lepre)

In questo suo post recente Mauro, che vive in Baviera, riferiva di un polpettone di carne trita chiamato Falscher Hase (falsa lepre). Ebbene, lo stesso piatto esiste anche in Lituania ed è chiamato “netikras zuikis”, cioè appunto “falsa lepre”. Qui se ne possono ammirare alcune preparazioni.

10 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Mauro
    Ott 23, 2017 @ 17:48:05

    Più che recente, visto il tema, direi ancora caldo di forno 😉

  2. zoppaz
    Ott 23, 2017 @ 17:55:41

    conoscevo solo il finto pesce, ma almeno c’è dentro il tonno (in scatola però).

  3. Nautilus
    Ott 23, 2017 @ 18:07:07

    @ zoppaz

    Non l’avevo mai sentito. Di dove è originario il finto pesce?

  4. Nautilus
    Ott 23, 2017 @ 18:52:34

    @ Mauro

    Ti rispondo qui perché da qualche giorno faccio una fatica terribile a commentare da te. Si crea una specie di conflitto tra WordPress e Blogger, quindi devo prima disconnettermi da Google, commentare come anonimo, il sistema mi blocca, mi chiede di rientrare e a quel punto il commento inserito come anonimo diventa magicamente a mio nome. Non saprei il perché.

    Comunque, sì, il tuo commento era finito nello spam, e anche questo è strano. Nello spam non ricordo ci sia mai finito qualche commento non spam.

    Tra poco rientra mia moglie dal lavoro e le chiedo se sa dirmi qualcosa a proposito dell’origine del nome falsa lepre.

  5. Mauro
    Ott 23, 2017 @ 19:05:40

    @ Nautilus

    Mi avevi già detto dei tuoi problemi a commentare da me. Non saprei che dire: non ho modificato nulla nelle impostazioni (e neanche Blogger ha fatto aggiornamenti o modifiche ultimamente).
    Per quanto riguarda i miei commenti qui: su WordPress purtroppo non è una novità. Sembra che WordPress non ami GMX (il mio provider di posta elettronica).

  6. zoppaz
    Ott 23, 2017 @ 20:30:02

    non so l’origine del finto pesce, è una ricetta tramandata oralmente per quel che mi riguarda, che piace soprattutto ai bambini (un po’ come il salame di cioccolato), perché sempilce e coreografica. si fa mescolando patata lesse e tonno in una mousse stemperata con un po’ di maionese, senape, acciughe… ha molte varianti. ma alla fine si dà all’ipasto la forma di pesce forgiato e guarnito a fantasia. https://www.google.it/search?q=finto+pesce&ie=utf-8&oe=utf-8&client=firefox-b&gfe_rd=cr&dcr=0&ei=ETTuWcrLAaGs8wfy4qDgBQ

  7. Nautilus
    Ott 24, 2017 @ 11:00:47

    @ Mauro

    Ho chiesto a mia moglie se conoscesse l’origine della falsa lepre, ma non ne ha idea. Nel fine settimana inoltreremo la domanda ai membri della comunità lituana di Milano. Mettiti comodo: i Lituani sono lenti a rispondere. E poi prendono in giro gli Estoni dicendo che questi ultimi sono lenti. Vedi te 🙂

  8. Nautilus
    Ott 24, 2017 @ 11:04:23

    @ zoppaz

    Grazie, girato a mia moglie per ispirazione 😀

  9. Mauro
    Ott 24, 2017 @ 16:39:32

    @ Nautilus

    Per la falsa lepre sto cercando informazioni sull’origine qui in Germania (da scapolo non ho una moglie a cui chiedere 🙂 )

  10. Nautilus
    Ott 25, 2017 @ 09:36:41

    @ Mauro

    Stante la proverbiale lentezza baltica, mia moglie ha preferito evitare di passare per le lungaggini della comunità lituana di Milano e la ricerca della falsa lepre l’ha fatta direttamente lei.
    Mistero risolto! Qui la spiegazione: http://www.alacarte.lt/netikras-zuikis/.

    OK, è scritto in Lituano e al momento sono un po’ troppo impegnato per tradurre, ma dovresti riuscire a capire dal testo che tutto è partito in Germania con successiva diffusione in Austria, da una parte, e, nell’ordine, Polonia, Lituania e Russia, dall’altra.
    (Come ho scritto diverse volte anni fa avevo una fidanzata estone e in Estonia ci ho passato molto tempo, ma lì di false lepri non c’era traccia.)
    Tutto sarebbe partito a metà del 1800 da “Hachébraten” che farebbe riferimento a una preparazione di carne trita. E da lì si sarebbe creata la sovrapposizione con “Hasebraten”, complice anche la lingua francese. Una volta introdotto il concetto di lepre si sarebbe anche tentato di dare al preparato la forma di quell’animale. E il concetto di “falso” è per dire: sì, ha la forma di lepre, ma è fatto di carne bovina e/o suina.
    La penetrazione nei Paesi circostanti risale invece al secondo dopoguerra.
    Nella parte finale del penultimo paragrafo si fa poi notare che il termine lepre non ha mai avuto contaminazioni con il termine coniglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...