Tš’era una, volta vɛrsø di mɛ…

Poesia di zoppaz (che mi è piaciuta moltissimo):

Tš’era una, volta vɛrsø di mɛ, ke mi ditševa ke

tš’era una Volta, una della famil̃a dell’inventøre della pila, per intendertši, ke le rivelò ke la

tšera, una volta, si fatševa køn le api, mika køn il petroljø køme adɛssø, ma søpratuttø ke

tš’era una volta, antzi nøn era proprjø una volta, era pju simile a un arkø, ke nøn aveva

FINE

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. zoppaz
    Ott 29, 2017 @ 11:26:15

    Ahahah l’hai fatto davvero! Sono onorato!! Grazie, solo che passo con qualche giorno di ritardo! 🙂

    PS: manca la parola FINE alla fine… “un arco che non aveva fine”. Sarebbe un gioco sulla narrazione variato in modo scherzoso tra “c’era una volta” e “fine”, appunto.

    Un saluto! 🙂 🙂

  2. Nautilus
    Ott 29, 2017 @ 19:50:54

    @ zoppaz

    Chiedo perdono 🙂
    Corretto subito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: