Darius e Ramunė (2); come mia suocera

Qui in Lombardia conosciamo molte coppie miste in cui la parte femminile è rappresentata da una Lituana, ma ci capita assai raramente di frequentare coppie lituane di Lituania (sia qui, sia quando siamo in loco). Darius e Ramunė sono stati un esempio del secondo tipo.
Durante la loro permanenza è sorta in me la curiosità di verificare come si sarebbero comportati a casa nostra, sopratutto in relazione al “benchmark” lituosuocera e lituocognato.

Alla fine, nonostante le pur apprezzabili differenze, sono emersi sopratutto i tratti comuni. Lo stare a tavola è stato il banco di prova principale. Anche loro, per esempio, si sono dimostrati del tutto privi della consapevolezza di quale debba essere la posizione del bicchiere; per loro non va a “nord” del piatto, ma a destra o a sinistra dello stesso, pericolosamente vicino al bordo tavolo. E poi le posate da portata; tu le metti in tavola e loro le bypassano, non le vedono proprio; osservare questa cosa per me ha ogni volta dell’incredibile. Anche l’uso di coltello e forchetta è stato abbastanza approssimativo; per quanto l’impugnatura fosse corretta, Darius non riusciva a separarsi dal coltello, che – giusto per farvi capire – usava anche per mangiare le penne al pesto; ora, cosa te ne fai del coltello per mangiare le penne? Mistero.
Per fortuna, almeno da parte loro, niente risucchio. Ed è già qualcosa.

Anche i discorsi alimentari si sono rivelati tipicamente lituani. Di fatto hanno parlato solo di carne e degli svariati modi di prepararla. Il dubbio che un consumo eccessivo di carne rossa non sia salutare non sembra sfiorarli nemmeno. Come del resto il consumo davvero abnorme di alcol (di cui ho parlato nel primo post) e il fumo, altra non invidiabile caratteristica del Lituano medio. Ramunė nel corso della sua vita ha fumato talmente tanto che la sua voce è da tempo irrimediabilmente compromessa.

Ma almeno erano simpatici? Premesso che oltre il terzo giorno di permanenza a casa di chiunque anche uno come Gesù Cristo (se esistesse) risulterebbe di troppo, possiamo dire di sì per Darius e di no per Ramunė. Tutto sommato poteva andarci peggio. Darius si è rivelato un bonaccione; anche il fisico ha aiutato in tal senso: una specie di incrocio tra Mark Knopfler, il documentarista David Attenborough e la versione sessantenne del mio vicino di casa cinquantenne. Darius dimostra 60 anni, ma ne ha 49. Ramunė, invece, avrebbe potuto anche restarsene a Vilnius.

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Mauro
    Ott 16, 2018 @ 20:53:44

    Beh, da come generalmente ne parli, vorrei sperare che lituosuocera e lituocognato siano casi estremi di lituobarbari.

  2. Mauro
    Ott 16, 2018 @ 20:55:00

    Il pesto va mangiato con trofie o bavette… al massimo linguine! Non con le penne, barbaro!

  3. Nautilus
    Ott 17, 2018 @ 00:17:59

    @ Mauro

    Non ne parlo in termini lusinghieri, è verissimo, ma lituosuocera e lituocognato per molte cose sono sopra media. Figurati il resto della popolazione.

    Quando sono ad Albenga il pesto lo mangio solo con le trofie, ma qui non è facile trovarle ovunque e quel giorno non c’è stato tempo di passare in Esselunga.

  4. Mauro
    Ott 17, 2018 @ 20:58:31

    Ma allora almeno linguine!

  5. Nautilus
    Ott 18, 2018 @ 00:37:44

    @ Mauro

    Alle linguine preferisco l’inguine (femminile (e depilato)) 😀

  6. Mauro
    Ott 18, 2018 @ 07:53:24

    Porcellino! 😀

  7. Nautilus
    Ott 18, 2018 @ 10:02:55

    @ Mauro

    Scherzi a parte, le linguine non mi sono mai piaciute.

  8. Mauro
    Ott 24, 2018 @ 23:28:38

    Stasera mi sono fatto tortelloni con ripieno di basilico e pinoli… e come condimento… pesto 😉

  9. Nautilus
    Ott 25, 2018 @ 09:57:41

    @ Mauro

    Noi raviolini agli spinaci con sughetto di panna e poi bresaola condita.
    Mia moglie si è occupata della parte facile (i ravioli), io di quella difficile (la bresaola condita) 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...