-23° 27′

L’asse terrestre è inclinato di 23° 27′ rispetto alla perpendicolare al piano dell’eclittica. Cosa succederebbe in una città come Berlino, a parità di altre condizioni, se l’inclinazione fosse di -23° 27′?

10 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Mauro
    Gen 04, 2019 @ 13:48:06

    Vediamo se qualche non scienziato ha un’idea 😉

  2. shevathas
    Gen 04, 2019 @ 14:57:48

    scivolerebbe dal bordo della terra e cadrebbe di sotto…

  3. franconich
    Gen 04, 2019 @ 15:12:12

    Domanda non chiara. Formulata in quel modo sembra che stia pensando a coordinate polari sferiche, e in questo caso l’angolo in questione è quello che di solito si chiama phi, che va da 0 a 180 gradi. Un angolo negativo non mi sembra avere senso.

    Se invece consideri l’angolo formato fra il piano dell’equatore e e quello dell’eclittica lungo l’intersezione, forse la cosa ha un po’ più di senso, ma proprio poco.

  4. Nautilus
    Gen 04, 2019 @ 15:45:49

    @ franconich

    Tutto mi aspettavo tranne di sentirmi dire che la domanda non fosse chiara.
    Pensa ai Lituani a tavola. Il coltello noi umani lo teniamo allineato in posizione verticale di fianco al piatto, giusto? I Lituani, invece, nel loro essere maldestri e poco consapevoli dello spazio in cui sono immersi, dopo un po’ gli imprimono una rotazione verso destra. Immagina che la punta del coltello, se in condizioni normali punta perfettamente verso nord, ora punti verso nordest. Immaginati che questa sia la situazione che corrisponde all’inclinazione reale della Terra. Ecco, tu immagina la stessa rotazione del coltello non verso destra, ma verso sinistra, in modo che la punta del coltello punti verso nordovest.

  5. franconich
    Gen 04, 2019 @ 20:25:03

    Non sono sicuro di aver capito, perché quell’angolo è nello spazio, non su un piano. Comunque potrei rispondere che basta aspettare 13000 anni e si vede che cosa capita.

  6. Nautilus
    Gen 05, 2019 @ 19:58:34

    @ franconich

    Certo, basta aspettare 12.900 anni circa e saremo in quella configurazione, così come lo eravamo 12.900 anni fa.
    Però ciò non ci impedisce di provare a immaginare cosa succederebbe e cosa è successo.
    Ovviamente dobbiamo immaginare la situazione ad “antropizzazione” invariata, il che è una pura astrazione, specie per quel che riguarda il futuro.

    Ora, invece, pensiamo a un universo parallelo oggi con una Terra esattamente come la nostra, ma con l’asse inclinato a -23° 27′.
    A Berlino un giorno di inizio Gennaio sarebbe mediamente più caldo o più freddo? E un giorno di inizio Luglio?
    Quello che mi interessa sapere è come varierebbero le cose dal punto di vista delle stagioni, tenendo conto unicamente dell’inclinazione dell’asse e della distanza Terra-Sole.

  7. franconich
    Gen 06, 2019 @ 06:33:16

    Forse ho capito, ma ho già iniziato tre volte la risposta ma non mi soddisfaceva o non riuscivo proprio a scriverla. Ceteris paribus le stagioni sarebbero spostate di 6 mesi, l’inverno probabilmente sarebbe un po’ più freddo e l’estate un po’ più calda perché nella configurazione standard abbiamo appena passato il perielo ieri.

    Non credo però che serva spostare l’asse terrestre, basta andare nell’emisfero sud (circa, la dstribuzione di terre e mari è diversa nei due emisferi)

    Comunque se aspettiamo 13000 anni il punto vernale si sarà fatto mezzo giro, ma la primavera a Berlino inizia sempre a marzo!

  8. Nautilus
    Gen 06, 2019 @ 07:02:09

    @ franconich

    Eh sì, noi saremmo in perielio non all’inizio dell’inverno (come oggi), ma all’inizio dell’estate. E saremmo in afelio all’inizio dell’inverno. Quindi estati più calde e inverni più freddi. Situazione identica a ciò che succede oggi nell’emisfero australe. Ovviamente non si possono fare paragoni perché la distribuzione delle terre emerse è molto diversa, tuttavia un parallelo tra certe zone d’Europa e del sud del Sud America è possibile.

    L’inclinazione attuale dell’asse terrestre è uno dei tre motivi per cui al polo sud fa molto più freddo che sl polo nord. Sapresti dire gli altri due?

  9. shevathas
    Gen 06, 2019 @ 10:32:05

    un altro dovrebbe essere che l’antartide è un isola e non solo mare come l’artide. Il terzo invece non mi viene, forse che è più elevato rispetto all’artide.

  10. Nautilus
    Gen 06, 2019 @ 11:26:58

    @ shevathas

    Il terzo motivo è corretto, il secondo va spiegato meglio. L’antartide, viste le sue enormi dimensioni, ha una porzione rilevante di terra che non può risentire dell’azione mitigante del mare e delle sue correnti, che si esplica anche se la superficie è ghiacciata. È lo stesso motivo per cui il polo siberiano del freddo non si trova sulle coste settentrionali ma nell’interno, a latitudini più basse. D’inverno sulle coste siberiane del nord si hanno – in Gennaio – temperature medie tra i – 25° C e in – 30° C, mentre nelle zone interne si oscilla tra i -45° C e i -50° C. D’estate funziona in modo opposto: le zone mostruosamente fredde possono occasionalmente superare i 35° C mentre sulle coste si è appena appena sopra lo zero. Come dire: non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...