Sono bella, vero?

Tradurre in Inglese la frase del titolo.

17 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Nautilus
    Mar 30, 2019 @ 11:26:56

    Mamma di Odino, non ci provare nemmeno! 😉

  2. La mamma di Odino, gatto arancione
    Mar 31, 2019 @ 02:33:39

    Occhei, mani legate. Ma mi prude la tastiera…
    Ah, le finte irregolarità… 😉

  3. Mauro
    Mar 31, 2019 @ 02:33:44

    Mamma di Odino, bastonalo a Nautilus!

  4. Nautilus
    Mar 31, 2019 @ 06:02:38

    @ Mauro

    Be’, tu puoi rispondere però, mica sei esentato dal quiz 🙂

  5. Nautilus
    Mar 31, 2019 @ 06:06:17

    @ La mamma di Odino, gatto arancione

    Però potrai dire la tua non appena abbiamo la prima risposta da parte di qualcuno 🙂
    Immagino vorrai fare tutto lo spiegone del perché si dice come si dice 🙂

  6. Alessandro Villa
    Mar 31, 2019 @ 19:13:40

    I am beautiful, am not I?

    I am beautiful, isn’t it?

    Una delle due.

  7. Nautilus
    Mar 31, 2019 @ 19:35:54

    @ Alessandro Villa

    Nessuna delle due.

    O meglio, puoi usare la prima forma (am I not) solo in due casi: il primo è se stai scrivendo una comunicazione estremamente formale, il secondo è se stai sottolineando verbalmente la tua autorità/superiorità di fronte a un sottoposto con l’intento di sminuirlo o riportarlo nei ranghi (immagina di essere un insegnate e di rivolgerti a un alunno che – senza troppi riguardi – ti ha appena contraddetto, magari davanti a dei tuoi colleghi; tu potresti dirgli “I am your teacher, am I not?” da pronunciarsi come se fosse scritta “I am your teacher, AM I NOT?” cioè con “am I not” a raccogliere tutta la veemenza della frase).

    La seconda forma direi proprio di no.

    La mamma di Odino ha ovviamente diritto di integrazione (e anche di dirmi che ho torto, se è il caso).

  8. Alessandro Villa
    Mar 31, 2019 @ 21:42:04

    <>

    https://www.quora.com/Is-Ain-t-I-beautiful-a-correct-sentence

    A intuito credo che quindi il significato di questo post sia mostrare come in inglese, per chiedere conferma a sostegno del fatto che si possieda una certa caratteristica, occorre chiedere se non la si possieda.

    La mia seconda proposta di prima era una contrazione di questa frase
    “It is true that I am beautiful, isnt’it?”
    Non so se sia formalmente sbagliata, o se semplicemente non traduca la frase richiesta nel titolo del post.

  9. La mamma di Odino, gatto arancione
    Apr 01, 2019 @ 04:29:45

    “Sono bella, vero?” in inglese si traduce normalmente e correttamente con “I am / I’m beautiful, aren’t I”?
    Attenzione alla pronuncia: la forma contratta “aren’t I?” si pronuncia più o meno “aantai”.
    “Aren’t I?” potrebbe sembrare scorretto a chi è alle prime armi con l’inglese (dato che nella coniugazione del verbo essere, irregolare, si dice “I am”, mentre “are” si usa con “you”, “we” e “they”), ma è usato comunemente ed è perfettamente accettabile nel linguaggio informale sia parlato sia scritto.
    “Am I not?”, che riprende “I am not” invertendone i termini, com’è d’uso nelle question tag, sarebbe grammaticalmente corretto, ma è usato molto raramente (quasi mai) e solo in contesti molto formali; parlando può essere usato, come ha già spiegato Nautilus, da parte di un capo con un inferiore per sottolineare il proprio ruolo di superiorità gerarchica, ma suona molto duro e distante. Più che a un insegnante, si addice a un militare.
    Nello scritto formale, invece, per esempio una lettera o comunicazione burocratica, o un lavoro di ricerca accademica, si può in teoria usare “am I not?”, ma in realtà è caldamente consigliabile evitarlo e riscrivere la frase in modo da non usare né “am I not?” né tantomeno “aren’t I?”.

  10. La mamma di Odino, gatto arancione
    Apr 01, 2019 @ 04:36:12

    Aggiungo, a mero titolo di curiosità, che la forma contratta “amn’t I?” in inglese è scorretta, ma esiste ancora in alcuni dialetti scozzesi e irlandesi.

  11. La mamma di Odino, gatto arancione
    Apr 01, 2019 @ 05:02:08

    Ad Alessandro Villa consiglio (amichevolmente) di ripassare o imparare la struttura delle question tags, che sono così frequenti e importanti anche nelle frasi più banali in inglese. In sostanza, con le question tags è obbligatorio riprendere il soggetto della frase di partenza (ecco perché “I am beautiful, isn’t it?” è del tutto errato) e volgere il verbo (o l’ausiliare) alla forma interrogativa negativa se la frase di partenza è positiva, e interrogativa positiva se la frase di partenza è negativa. Ma il soggetto e il verbo devono rimanere gli stessi.

    M’invento qualche esempio:

    Frasi positive -> question tag al negativo
    – I’m quite good, aren’t I?
    – You’re going home, aren’t you?
    – The lesson’s at ten o’clock, isn’t it?
    – Your sister’s an astronaut, isn’t she?
    – Your father’s a cook, isn’t he?
    – We’re flying to Spain, aren’t we?
    – You’re all Italian, aren’t you?
    – They’re so silly, aren’t they?

    Frasi negative -> question tag al positivo
    – I’m not so bad, am I? [eccezione! in questo caso NON si usa “are”, ma si riprende normalmente “am” di “I am”)!]
    – You’re not a real expert, are you?
    – The train’s not leaving yet, is it?
    – Your mother’s not right-wing, is she?
    – Your brother’s not vegan, is he?
    – We’re not in Switzerland yet, are we?
    – You’re not all married, are you?
    – They haven’t called us yet, have they?

  12. Nautilus
    Apr 01, 2019 @ 11:49:31

    @ Alessandro Villa

    Lo scopo del post era mostrare come a quelli (più o meno) della mia generazione (1970) le question tag sono state insegnate in modo un po’ lacunoso e approssimativo.

    Come sempre io non finirò mai di ringraziare la mia prof del liceo: Maria Laura Pini Prato, moglie di Francesco Saverio Borrelli, quello di Mani Pulite, per capirci.

  13. Nautilus
    Apr 01, 2019 @ 11:53:59

    @ La mamma di Odino, gatto arancione

    Secondo alcuni viene ritenuta accettabile anche la forma ain’t I, ma a mio parere sarebbe meglio non usarla. L’unico caso in cui mi capita di usare ain’t è quando canticchio il brano “Ain’t Talkin’ ‘bout Love” dei Van Halen.
    I pochi che non lo conoscono (crimine gravissimo!) possono ascoltarlo qui: https://www.youtube.com/watch?v=Y-IUB62zDlA

  14. Nautilus
    Apr 01, 2019 @ 11:57:48

    @ La mamma di Odino, gatto arancione

    Nell’EuroEnglish, cioè quello parlato tra persone native della parte continentale dell’Europa, le tag question sono sempre più rare. Per esempio le mie amiche estoni una frase come “your father’s a cook, isn’t he?” la renderebbero con “your father’s a cook, right?” o “your father’s a cook, correct?”. Io, invece, alle question tag sono ancora molto affezionato.

  15. Nautilus
    Apr 01, 2019 @ 12:08:11

    @ Alessandro Villa

    A sostegno della mia tesi a breve farò altri esempi “problematici” 🙂

  16. La mamma di Odino, gatto arancione
    Apr 01, 2019 @ 12:26:21

    @Nautilus caro, io sono un po ‘ più grande di te (1965, alas) e le question tag mi sono state insegnate bene. O forse semplicemente le ho volute imparare molto bene: avevo interesse, orecchio e predisposizione per l’inglese e altre lingue.

    Ain’t I è decisamente solo slang e dunque inaccettabile nel parlato e nello scritto anche informali, a meno che non si sia Bob Dylan.

    Quanto allo Euro English e alle sue strutture povere, ridotte all’osso e talvolta patently incorrect, che dire? Se l’inglese è lingua franca in tutta Europa e (ancora per un po’) nel mondo, qualche prezzo lo sta pagando.
    Sulle question tag va detto che non servono solo a esprimere il banale concetto di “vero?”, “non è vero?”, ma danno tante altre sfumature di significato a una frase e hanno altre precise funzioni nella comunicazione, dall’ironia al ribadire un concetto, dalla vera domanda alla domanda retorica, alla sintesi di un discorso precedente o sottinteso, veicolate anche attraverso la diversa intonazione delle frase, e non possono certo essere sostituite sempre da rozzi “right?”, “correct?” et alia.

  17. Nautilus
    Apr 01, 2019 @ 12:35:32

    @ La mamma di Odino, gatto arancione

    Potrei forse non essere d’accordo? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...