Düsentcinquantadü

Düsentcinquantadü = (10*9*8*7*6)/(5*4*3*2*1)

10 secondi

10 secondi di tempo (e sono già tanti) per trovare la soluzione a

x + y + z = 30

dove x, y, z, eventualmente anche ripetuti, vanno scelti tra 1, 3, 5, 7, 9, 11, 13, 15.
Gli affezionati siano muti come pesci opereti alle corde vocheli.

Mutalpine

– guardi che ho parlato con la colf peruviana che lavorava qui fino a ieri; mi ha detto che lei ha cercato più volte di sfilarle le mutandine; la avverto che, anche se la paga è interessante, non sono venuta fin qui dalla Svizzera per farmi trattare in questo modo.

– non si preoccupi signorina, al massimo a lei cercherò di sfilare le mutalpine.

Le mucche di Narayana

Prima ascoltate la musica (qui), poi leggete la definizione matematica (qui). Infine immaginatene una versione metal eseguita dai Tool.

Nemico fottutissimo

Per una pratica che devo fare mi serve un certificato di stato di famiglia, un analogo certificato di stato di famiglia per mia madre, uno per mia sorella e un certificato di matrimonio. Scopro che lo Stato italiano, il nemico fottutissimo, mi chiede comunque di pagare l’imposta di bollo: 16*4 = 64 euro, totalmente inutili, totalmente mafiosi, che noi spenderemmo di certo per beni di prima necessità (o anche per gli affari nostri, in piena libertà). Ora, l’emergenza coronavirus avrebbe dovuto rappresentare la giusta occasione di ravvedimento tardivo per abolire un’inutile pratica di stampo medievale, e invece no: lo Stato italiano, il fottutissimo nemico, persevera in queste richieste anacronistiche di purissima rapina che appunto nemmeno la mafia si sognerebbe di farmi. Possibile che solo io ho questa voglia incontenibile di impiccare qualcuno?

battaž
bricolaž
brocantaž
brokeraž
collaž
coquillaž
decoupaž
demaquillaž
depistaž
derapaž
dressaž
entouraž
escamotaž
foliaž
fotoreportaž
garaž
maquillaž
menaž
mixaž
perlaž
reportaž
staž
vernissaž

Collanternino

– hai visto le mie collant?
– no, dormivo; ma lei hai cercate bene?
– sì
– allora devi cercarle meglio
– e come?
– collanternino

Interconnessi(e)

I Nerazzurri si schierano dalla parte del mostro di Lochness.

0.7734

Ciao!

Avete capito perché vi dico ciao?

Benarrivater

– ho il sospetto che le tue amiche stasera si siano offese
– vedi tu
– eh, non solo sono brutte, ma anche antipatiche
– forse perché le hai accolte all’aperitivo con un sonoro “benarrivater”?

Vibrahimović

Pare che, una volta ritiratosi, Zlatan Ibrahimović firmerà una collezione di giocattoli per signore.

370

1. Prendiamo il numero 370 e calcoliamo le sue sei permutazioni:

037
073
307
370
703
730

2. Calcoliamone la media e scopriamo che:

(037 + 073 + 307 + 370 + 703 + 730)/6 = 370

Per restare tra i numeri di tre cifre la medesima proprietà vale anche per 407, 444, 481, 518, 592 e 629, oltre che per i casi banali 111, 222, 333, …, 999. Tutti questi numeri sono multipli di 37:

111/37=3
222/37=6
333/37=9
—————
370/37=10
407/37=11
444/37=12
481/37=13
518/37=14
555/37=15
592/37=16
629/37=17
666/37=18
—————
777/37=21
888/37=24
999/37=27

Il commerciante stupido

Oggi è il vostro giorno fortunato. Entrate in un negozio di abbigliamento e, siccome siete il kappesimo cliente dell’anno, il commerciante vi propone la seguente offerta: vi dà cinque monetine tutte diverse (da 1, 2, 5, 10 e 20 centesimi) e vi chiede di lanciarle in aria contemporaneamente. Una volta ricadute sul pavimento queste daranno diritto, da sinistra a destra, all’applicazione di una serie di sconti pari, in termini percentuali, al valore delle singole monete. Esempio: dovete comprare un abito che costa 350 euro, lanciate in aria le cinque monete e queste ricadono a terra secondo l’ordine (da sinistra a destra) 5 €c, 1 €c, 20 €c, 2 €c, 10 €c; il vostro abito verrà inizialmente scontato del 5%, il valore così ottenuto verrà a sua volta scontato del 1%, il nuovo valore verrà scontato del 20%, poi del 2% e infine del 10%. Qual è la probabilità che lo sconto applicato coincide con il massimo sconto possibile?

Nota: due secondi per dare la soluzione corretta sono già troppi. I soliti noti sono pregati di astenersi.

Quando mi darete la soluzione vi racconterò una cosa.

Somma “magica” di 10 numeri

Ecco un piccolo trucco matematico.

Chiedete a un vostro interlocutore di scegliere due numeri interi a caso; suggeritegli di non scegliere numeri troppo grandi perché egli stesso dovrà eseguire alcuni calcoli (ma non è questo il punto: la cosa funziona con qualunque coppia di numeri). Fategli scrivere un numero sotto l’altro e poi fategli eseguire la somma dei due, che costituirà il terzo numero e andrà scritto sotto il secondo. Con procedimento analogo costruirà il quarto numero (scritto sotto il terzo) come somma del terzo e del secondo, poi il quinto numero (scritto sotto il quarto) come somma del quarto e del terzo, e via di seguito sino ad avere una colonna di dieci numeri. Tutto ciò senza che voi conosciate i due numeri iniziali e vediate i calcoli intermedi. A operazione conclusa chiedetegli di mostrarvi per un attimo il foglio con i dieci numeri. Quell’attimo (anche meno di un secondo) è per voi sufficiente a individuare l’informazione necessaria con cui calcolare la somma dei dieci numeri. Al vostro interlocutore chiederete, come ultima cosa, di sommare i dieci numeri (magari con una calcolatrice), mentre voi eseguirete il calcolo a mente, quasi certamente prima di lui/lei.

Dire quale operazione (è una sola) dovete fare per sommare i dieci numeri e perché il trucco funziona.

Pìcchioli

I piccoli dei picchi.

Storpiatura per storpiatura

Storpiatura per storpiatura tanto vale vederlo come un omaggio all’Ungheria il 25 Aprile. D’altra parte basta sdraiarsi sul divano così che la testa assume quella posizione a 90º rispetto alla verticale e così anche le bandiere acquistano il giusto senso.

Formicòlio

– ho un po’ di formicòlio
– ah, e come hai fatto?
– ho pigiato un milione di formiche

C’ho’l drone pigro

È un pelandrone.

Butterpoo

Poco fa mia figlia ha sostenuto di aver fatto una cacca burrosa.

Furto con sinistrezza

Ho derubato una vecchietta, ma sono inciampato e mi hanno beccato sùbito. Mi hanno sbattuto dentro. L’accusa? Furto con sinistrezza.

La matematica dei contagiati

Il numero di contagiati al giorno g (ad esempio alle ore 18:00 del giorno g) è dato dal numero di contagiati alla stessa ora del giorno g-1 più la variazione netta di positivi nelle ultime 24 ore:

C(g) = C(g-1) + ΔPu24h

La variazione netta di positivi nelle ultime 24 ore è data dalla differenza tra i positivi in ingresso (persone che prima erano negative e che sono diventate positive nelle ultime 24 ore, quindi anche eventuali ri-contagiati) e i positivi in uscita (sempre nelle ultime 24 ore):

ΔPu24h = ΔPin, u24hΔPout, u24h

I positivi in uscita sono dati dalla somma tra i guariti nelle ultime 24 ore e i morti nello stesso arco di tempo:

ΔPout, u24h = ΔGu24h + ΔMu24h

Quindi, la condizione affinché i contagiati del giorno g siano meno dei contagiati del giorno g-1 è che nelle ultime 24 ore siano uscite dal computo dei contagiati più persone di quante ne siano entrate. Esempio: se nelle ultime 24 ore ho avuto 900 positivi in ingresso e 1.000 positivi in uscita il numero dei contagiati di oggi è diminuito di 100 unità rispetto a quello di ieri.
Da notare che esistono vari modi per avere (con riferimento all’esempio qui sopra) 900 contagiati in uscita: il primo caso limite è quello di aver registrato 900 guariti e 0 morti, il secondo caso limite è quello di aver registrato 0 guariti e 900 morti; poi, ovviamente, ci sono tutte le casistiche intermedie.

Possiamo quindi scrivere la formula generale nel modo seguente:

C(g) = C(g-1) + ΔPin, u24hΔGu24h – ΔMu24h

Quanto sopra nell’ipotesi di conoscere con esattezza le varie componenti in gioco. Componenti che, per capirci, non sono quelle fornite dalla protezione civile. È infatti noto che, ad esempio, i positivi delle ultime 24 ore non sono le persone che si sono contagiate in quell’arco di tempo, ma i tamponi (tamponi e persone non sono la stessa cosa) notificati come positivi nelle ultime 24 ore, e che quindi possono riferirsi a persone che si sono contagiate in modo più o meno distribuito lungo almeno le ultime tre settimane di tempo.

Sierologico/a

Sì, ero logico/a

Emani

Che puzza di piedi e mani!
Che puzza di piedi emani!

Malgrado Celsius

L’interiezione preferita di Lord Kelvin.

Scolopendragon

Avevamo tutti la passione per il rock progressivo inglese e per i millepiedi giganti, così trovare un nome per il nostro circolo di briscola non è stato poi così difficile.

Voci precedenti più vecchie