L'(in)utilità delle mascherine

Avete presente quando, d’estate, cercate di rinfrescarvi creando un po’ di corrente d’aria in casa? Bene, aprite le finestre, ma se avete giù le zanzariere il flusso d’aria è di un certo tipo; se invece le alzate il flusso d’aria aumenta. Notato? Le zanzariere, cioè, non bloccano l’aria, ma ne ostacolano il passaggio.

Con le mascherine è un po’ la stessa cosa. A seconda dei tipi esse esercitano una barriera fisica. Il virus, dal punto di vista delle dimensioni, riesce a penetrare attraverso diversi modelli (forse persino tutti), ma le probabilità che lo faccia vengono diminuite, anche fortemente.

Ecco, ciò detto, non si capisce perché se un dispositivo di sicurezza non garantisce una protezione assoluta esso viene definito improvvisamente inutile.

Che cos’è questa ricerca di un assurdo assolutismo a tutti i costi? Se usciamo dall’ambito della matematica pura e facciamo un passo dentro la realtà ci accorgiamo che tutto ha senso in termini probabilistici (già a partire dal livello quantistico).
La cintura di sicurezza ci protegge in modo assoluto? No. Ma è meglio metterla. La polizia può reprimere tutti i crimini? No. Ma è meglio che le forze dell’ordine ci siano. La porta blindata ci protegge da ogni tipo di intrusione? No. Ma è meglio averla che lasciare tutto aperto. E possiamo andare avanti facendo milioni (ma veramente milioni) di altri esempi.

PS. Mi sono sentito anche un po’ cretino dopo aver scritto un post banale come questo. Come se dovessi spiegare a qualcuno che l’acqua è bagnata. Eppure la polemica del giorno è lo scontro sulle mascherine tra il mite Fontana (che stavolta ha ragione) e Borrelli. Scontro che, in realtà, con personaggi e nomi diversi va ormai avanti da oltre un mese.

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. shevathas
    Apr 05, 2020 @ 21:31:12

    il problema è che molti parlano ma non chiaramente e non dicono tutto. Le mascherine in tessuto o quelle semplici non proteggono dal virus in ingresso, ma rendono difficile, nel caso si sia positivi, emettere il virus nell’ambiente.
    Quelle filtranti impediscono eventualmente ad un virus di entrare ma permettono anch’esse al virus, seppur con molta difficoltà di uscire.

    Peccato che alle spiegazioni semplici e concise si preferiscano grandi pippe mentali sui massimi sistemi (e un poco di gombloddismo sul cui prodest).

  2. blogdibarbara
    Apr 06, 2020 @ 03:13:24

    Un po’ come il vaccino, che siccome in un caso su tot milioni può dare una reazione allergica seria, allora è meglio non farlo.

  3. Nautilus
    Apr 06, 2020 @ 06:56:21

    @ shevathas

    Questa distinzione che citi ormai è nota praticamente a tutti, mentre non lo era i primi giorni, quando c’è stata colpevole carenza informativa da parte dei cosidetti esperti.
    Il tipo di mascherina è elemento non trascurabile se sei un operatore sanitario a contatto costante con pazienti infetti. Il mio ragionamento, però, è ancora più semplice e roguarda il cittadino comune. Se esci a prendere il pane o per andare in farmacia e metti la mascherina io non ti posso dire che è inutile (il post riguarda l’inutilità): ti posso dire che non hai la garanzia di protezione totale, ma mettendola hai una riduzione del rischio. E tra riduzione del rischio e assenza di riduzione io preferisco la riduzione.

  4. Nautilus
    Apr 06, 2020 @ 07:04:49

    @ blogdibarbara

    Esattamente. Ragionare per assoluti (siano essi religioni o -ismi vari) ti pone al di fuori della realtà e ti fa partorire mostri come quelli in cui credono i no-vax o anti-vax o come diavolo vogliamo chiamate questi malati di mente.

  5. blogdibarbara
    Apr 06, 2020 @ 20:47:32

    Si chiamano “cittadini informati”. Dovresti vergognarti di tanta ignoranza.

  6. Nautilus
    Apr 06, 2020 @ 21:13:02

    @ blogdibarbara

    ???

  7. shevathas
    Apr 15, 2020 @ 20:06:02

    gli antivax non si chiamano, loro, in quel modo. Preferiscono presentarsi come persone “per la libertà di scelta” o persone informate.

  8. Nautilus
    Apr 15, 2020 @ 23:35:12

    @ shevathas

    Ah be’ certo, il pirla che va contromano in autostrada non si autodefinisce mica pirla 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...