Dico bugie dico bugie

Doppio xxxxx

Gioco gioco

Doppio gioco.

Danibarca

Due ragazzi si scontrano involontaruamente all’uscira da scuola

– accidenti, scusa, che disastro! aspetta, ti aiuto a raccogliere i fogli
– ah, non fa niente, grazie
– senti, posso offrirti un caffè al baretto là in fondo?
– perché no, va bene
– scusa di nuovo, non ho fatto apposta; a proposito, mi chiamo Rodolfo, ma chiamami pure Rod
– piacere, io sono Smylik
– Smylik? Cavolo, che bel nome…
– ah, in realtà è molto meno romantico di quel che sembra
– sarebbe?
– è il nome di una compagnia di traghetti
– stai scherzando?
– no, purtroppo; è stata un’idea di mio padre, ecco…
– tranquilla, continua
– i miei stavano tornando da un giro in Islanda, a mia madre si sono rotte le acque senza preavviso e io sono nata sul traghetto; per fortuna è successo quando eravamo quasi in porto a Copenhagen, un’equipe di medici è salita sùbito a bordo ed è andato tutto bene
– wow! be’, almeno puoi dire che sei nata in Danimarca
– più che altro sono nata in Danibarca!

Daniparca

– hey, dove l’hai pescata una tipa così carina?
– ah, Stine; è di Århus
– attento a non farti spennare come un pollo, eh
– no, lei sembra diversa: a differenza del 99,9% delle donne è molto risparmiosa
– ecco, è arrivato quello che ha trovato la morosa daniparca!

Il raggio del gradino nel cerchio

Una delle cose che non vengono insegnate a scuola.

Immaginate tre segmenti tra loro ortogonali così disposti: da un generico punto A mi muovo verso nord fino a B (ho così definito il segmento AB verticale; sia AB = a); da B mi muovo verso est fino a C (ho definito il segmento BC orizzontale; BC = b); infine da C mi muovo verso nord fino a D (CD = c è il terzo segmento, verticale).
Iscriviamo la figura – che a me dà l’idea di un gradino – all’interno di un cerchio in modo che i punti A, B e D siano sulla circonferenza.

Si può dimostrare che il raggio della circonferenza è dato da:

r = (1/(2b))√[(b2 + c2)(b2 + (a + c)2)]

Se vi state chiedendo a cosa serve, ricordate che in matematica domande come queste non hanno senso.

Imagining the rose

Ho conosciuto una Siciliana che si chiamava Imma Gina La Rosa.

Disparicorpi

L’opposto di parimenti.

Non è Pałowski

10 Febbraio 2008. Paloschi fa il suo esordio in serie A nella partita Milan-Siena e dopo soli 18 secondi dal suo ingresso realizza il suo primo gol per i rossoneri.
Per qualche strana ragione, io che non seguo il calcio, in quel momento stavo sentendo la telecronaca della partita per radio. Quello che ricordo ancora molto bene è stata la mia sorpresa quando, qualche giorno più tardi, ho scoperto che Paloschi non era affatto un cognome polacco, bensì bresciano. Insomma, non era Pałowski, ma proprio Paloschi.

Così, ora mi chiedo: ci sono parole toscane che, per la loro terminazione, potrebbero sembrare polacche? Eccone alcune:

boschi (bowski)
chioschi (kijowski)
foschi (fowski)
loschi (łowski)
toschi (towski)

asterischi (asteriwski)
basilischi (basiłiwski)
cincischi (czincziwski)
dischi (diwski)
fischi (fiwski)
giradischi (dżiradiwski)
mangiadischi (mandżjadiwski)
menischi (meniwski)
nevischi (newiwski)
obelischi (obełiwski)
pietrischi (pjetriwski)
piovischi (pjowiwski)
rischi (riwski)

Il figlio Michael

Era da sempre un tifoso del Toro, ma il destino avverso gli aveva dato un cognome scomodo: Gobbo.
Più volte era stato sul punto di cambiarlo, quel cognome a lui tanto inviso.
Alla fine, però, ha optato per una soluzione auto-ironica: dare al suo primogenito il nome Michael.

Era da sempre un ateo convinto, ma il destino avverso gli aveva dato un cognome scomodo: Papa.
Più volte era stato sul punto di cambiarlo, quel cognome a lui tanto inviso.
Alla fine, però, ha optato per una soluzione auto-ironica: dare al suo primogenito il nome Michael.

Era da sempre un fervente indipendentista, ma il destino avverso gli aveva dato un cognome scomodo: Napoletano.
Più volte era stato sul punto di cambiarlo, quel cognome a lui tanto inviso.
Alla fine, però, ha optato per una soluzione auto-ironica: dare al suo primogenito il nome Michael.

Era da sempre un fottutissimo razzista, ma il destino avverso gli aveva dato un cognome scomodo: Negro.
Più volte era stato sul punto di cambiarlo, quel cognome a lui tanto inviso.
Alla fine, però, ha optato per una soluzione auto-ironica: dare al suo primogenito il nome Michael.

Era da sempre un estroverso anticonformista, ma il destino avverso gli aveva dato un cognome scomodo: Gregge.
Più volte era stato sul punto di cambiarlo, quel cognome a lui tanto inviso.
Alla fine, però, ha optato per una soluzione auto-ironica: dare al suo primogenito il nome Michael.

OK, ora tocca a voi. Vediamo se vi viene qualche idea. Da parte mie niente censure.

Fegatum

In Parlamento non c’erano né i numeri né il coraggio: sono mancati sia il quorum che il fegatum.

La stella cometal

Quest’inverno la recita di Natale sarà in chiave musicale. Mia figlia farà la stella cometal.

Canapalm Death

Hanno unito due passioni: le canne e la musica grindcore. Così hanno messo su una cover-band: i Canapalm Death.

Borotalcol

Quando ero piccolo, dopo il bagnetto, mia madre era solita cospargermi il corpo di borotalcol.

Non riesco a camminare perché zoccolo

Oggi, la migliore amica di mia figlia. Capolavoro assoluto!

Pandemic taught me…

…that, to my huge surprise, behind my ears there isn’t room enough to hold a face mask. Am I the only one?

Mi parli del gotico…

Allora prof, il gotico è uno stile… musicale, mi pare. Ah sì, ora ricordo: lo hanno inventato gruppi come gli Ostrogothic e i Visigothic…

Coppia mista

Sudanese su Danese.

lui su lei
lei su lui

Piccoli travasi da un vasino all’altro

Travasini tra vasini.

Tra xxxxxxxx traxxxxxxxx

Tra vermi da pesca (Milanese) cicciotti.

Traxxxxxxxx tra xxxxxxxx

Ponteggi tra imbarcazioni.

Malcontati

Nelle multinazionali, e in questo caso parlo di quelle delle telecomunicazioni, capita che alcune parole o locuzioni diventino improvvisamente virali.
Così, nel giro di tre o quattro settimane, ti ritrovi con centinaia di persone che usano tutte (o meglio sfoggiano) la medesima espressione.
Credono di essere una spanna sopra o avanti agli altri, ma l’effetto finale è ridicolo, anzi, patetico.

In questi vent’anni ne ho viste tante; c’è stata l’epoca del “vuoto per pieno”, quella della “carta da formaggio”, quella del “quick and dirty” (sì, perché il fenomeno tocca anche l’Inglese), e tante altre ancora.
Da una decina di giorni la nuova moda è il ricorso all’aggettivo “malcontati/e”.

Creparti

In alcuni ospedali ci sono stati dei creparti CoViD.

Faucisintomatici

Quelli che il virus li colpisce in bocca.

Gelosia

è gelosia: e gelo sia

Tre xxxx trexxxx

Soluzione A: tre ragazze/fidanzate (Veneto orientale) leggermente tremanti.

Soluzione B: tre mammiferi ibridi leggermente tremanti.

Soluzione C: tre banchine di ormeggio leggermente oscillanti.

Voci precedenti più vecchie