La villa demonica

Ao, ma ndo sta a vila de Monica?

La mia nuova vicina austriaca

Simpatica questa Monika Fisar; è un po’ in là con gli anni, ma è una persona alla mano, molto popolana.

La mia nuova vicina finlandese

Interessante questa Monika Salo; oltre che carina mi sembra una tipa molto saggia.

Asimmetria medica

C’è la guardia medica, ma non c’è la ladra medica.

Olopranzi

L’epoca geologica che precede l’Olocene.

Cene

Oscene cene picene nell’Olocene.

Indecorosi pasti serali consumati in quel di Ascoli di questi tempi.

Professione asstrologo

Prevede il futuro osservando il tuo lato B.

Batteri a due facce

Gianobatteri

Raise your fist and jella

Siamo nati come cover band di Alice Cooper, e da allora la sfiga ci ha perseguitato.

Kinder whale

Ho trovato un’orca di gomma nell’ovetto di cioccolato.

Perseverare (nell’errore)

UK: /ˌpɜːrsɪˈvɪərəns/ e US:/ pûr′sə vērəns/

In questi giorni (e sarà così ancora per qualche tempo) sembra di assistere a una specie di gara telegiornalistica a chi sbaglia di più la pronuncia. Amico giornalista, non sai come si pronuncia? Non fare di testa tua, apri Google e informati. Ci vuole un attimo.

Il pomodoraio

Secondo mia figlia colui che vende i pomodori.

Fustigarlic

E hai anche il coraggio di chiedermi se mi sono piaciuti? I tuoi cugini puzzavano d’aglio in una maniera immonda; roba da fustigarlic!

La tabellina del 9 sulle dita

Facile la tabellina del 9, direte. E lo dico anch’io. Mia figlia però la trovava difficile, così le ho insegnato un trucco. Supponiamo di dover calcolare 9*n (o n*9). Stendiamo le dieci dita davanti a noi e immaginiamo che l’n-esimo dito (a partire dal primo a sinistra) le divida in due gruppi: le dita di sinistra (s) e quelle di destra (d). Bene: sd è il prodotto cercato.

Esempio: 9*7. Il settimo dito ne lascia 6 alla sua sinistra e 3 alla sua destra. 63 è proprio 9*7.

Tutto normale? Be’, fino a ieri sì. Ma domani mi aspetto che qualche neopsicolabile purista potrebbe saltare su a dire che il metodo è offensivo nei confronti di chi non ha più tutte le dita o è nato con un numero di dita diverso da 10.

Adira

Ma dirà: m’adira.

Quello che serve

Quello che serve alla mia macchina? Del tempo. Semplicemente del tempo e tornerà come nuova.

Quello che serve alla mia macchina del tempo? Semplicemente del tempo e tornerà come nuova.

Se la tizia felice si trastulla

Se l’amena se la mena.

C’era un anello autentico

V’era una vera vera.

Era una notte buia e joeytempestosa

Eravamo io e Rolf Magnus Joakim Larsson, pioveva di brutto e non si vedeva una mazza.

Dove lo metto?

Dove lo metto? Lo metto nell’armadio.

Dov’è l’ometto? L’ometto? Nell’armadio!

O zio!

L’ozio dello zio… o… lo zio dell’ozio… o… lo zio dello zio… o… l’ozio dell’ozio.

Nota sul diario

Ho approfittato del fine settimana piovoso e uggioso per anticipare a mia figlia i prossimi argomenti di matematica. Così abbiamo fatto due pagine di esercizi sul libro. Oggi la sua insegnante di matematica mi ha dato una nota sul diario.

Lara di nome

Pacis di cognome.

Uomini futurati

Definizione di alieni secondo mia figlia, parlando della possibilità che siano già in mezzo a noi, ma che noi non siamo in grado di vederli.

FIM (fottuti imperativi mascherati)

Sono salito al secondo piano, ho preso una gonna e una camicetta della mia taglia, un paio di scarpe col tacco, sono andato in camerino e mi sono cambiato. La commessa mi ha bloccato chiedendo cosa stessi facendo. “Seguo le istruzioni”, le ho risposto: “all’ingresso c’è un cartello gigantesco con la scritta ‘vestiti da donna’; ce lo avete messo voi, mica io”.

Voci precedenti più vecchie