17 pessime abitudini per il cuore

La lista che segue è stata stilata dal dottor José Pablo Werba, responsabile dell’Unità Prevenzione Aterosclerosi del Monzino di Milano. Oltre quelle “classiche” note a tutti (fumo, alimentazione ricca di grassi e povera di frutta e verdura, consumo eccessivo di carni rosse, di sale e di bevande alcoliche, sedentarietà) ve ne sono altre di cui si sente parlare molto poco.

Fumare (o vivere con un fumatore)
Fare poca attività fisica e poco movimento
Fare esercizio fisico intenso senza essere in forma
Ignorare il russamento
Non prestare attenzione alla salute della bocca
Non tenere sotto controllo stress, aggressività e depressione
Isolarsi dagli altri
Bere troppi alcolici
Consumare sale in eccesso
Esagerare con la carne rossa
Non consumare abbastanza frutta e verdura
Mangiare in eccesso
Consumare cibi ipercalorici
Credere che i problemi di cuore “non colpiranno me”
Non considerare i pericoli perché sono “silenziosi”
Assumere irregolarmente o sospendere le medicine
Ignorare i sintomi fisici

Mangiare le caccole rafforza il sistema immunitario dei nostri bambini?

Lo sostiene questo articolo del britannico Mirror, che rimanda a quest’altro articolo dell’australiano Kidspot. Entrambi citano una ricerca scientifica di Erica Shapiro Frenkel e Katharina Ribbeck: questa. Bene, io me la sono letta per intero, ma il consiglio di mangiarsi le proprie caccole (ovviamente) non c’è.

Ganglioneuralgia sfenopalatina

È il nome scientifico dell’emicrania da gelato.

Alimenti a calorie negative. Come è possibile?

Ho scoperto di recente che alcuni alimenti, per esempio il sedano, vengono definiti “a calorie negative”. Immagino debba trattarsi di una definizione giornalistica: da un punto di vista scientifico, infatti, parlare di calorie negative è del tutto privo di significato. Ha invece senso dire che alcuni alimenti generano un saldo metabolico negativo; circostanza che si verifica quando il processo che porta alla loro digestione consuma più calorie di quelle che gli stessi alimenti contengono.

Previsioni dell’inquinamento in Europa e Canada

In Canada e qui in Europa è possibile accedere, giorno per giorno, ai dati relativi alla qualità dell’aria. Gli abitanti del Canada hanno a disposizione un indicatore chiamato AQHI (Air Quality Health Index). Noi Europei, invece, possiamo avvalerci del CAMS (Copernicus Atmosphere Monitoring Service). Il vantaggio è la possibilità di confrontare i dati a livello continentale su opportune mappe. Dalle quali, per esempio, si vede che in Padania siamo messi malissimo.

L’Isola della Scienza di Kaunas

L’Isola della Scienza da realizzare a Kaunas sul fiume Nemunas è un progetto molto ambizioso che dovrebbe vedere la luce nel 2018. Per sapere di cosa di tratta si veda qui.

Asper Biotech

Asper Biotech è una startup in ambito biotech con sede a Tartu e uno dei fiori all’occhiello dell’Estonia.

Voci precedenti più vecchie