Bartico (barctic)

Da almeno tre anni la prima metà del mese di Luglio qui in Lituania vede temperature sotto media, laddove si va invece sopra media tra Aprile e Giugno e tra Agosto e Dicembre. Ho così deciso di fondere i termini baltico e artico per creare il neologismo “bartico” (barctic in Inglese).

Austrofobia

Ogni anno, giunti al Brennero, cedo il volante a mia moglie per poi riprenderlo in Germania. Non riesco più a guidare negli Stati angusti: soffro di austrofobia.

Ettarimonia

Sei talmente pieno di acrimonia che faremmo meglio a definirla ettarimonia.

Gigi Oneggia

– molto teatrale il tuo amico; direi persino troppo
– chi, quello? ah, Gigi Oneggia; praticamente è così dalla nascita

Malincilindrica

– ti vedo malinconica
– naa, ti sbagli: solo un po’ malincilindrica

Ingiudiceromolo

L’opposto di insudiceremo.

Impiega chi vuoi

Impiegatizio, impiegacaio, impiegasempronio, insomma impiega chi vuoi.

Insuvacorpo, giustaèsincera

I due contrari di ingiustamente.

Nomignoli un po’ pisciosi

Laurina. Dorina.

In Lituano esiste il nome maschile Laurynas (derivato dal latino Laurentius) ed è anche piuttosto comune. Uno dei cugini di mia moglie si chiama proprio così (anche se io lo chiamo PDL, cioè “palla di lardo”).

Giovane suora, dai, fai ‘sta pipì!

Suorina, su orina!

Piccolo ortaggio color verde pipì

Verdurina verdurina. Oppure verdurina verd’urina (non saprei come gestire l’apostrofo in un caso come questo).

Claus fa pipì in un piccolo luogo appartato

Claus urina in clausurina.

Questa agente fa pipì da tutte le parti

Questurina
Quest’urina

Non è un’invocazione d’odio contro la Lucianona

Bruciaturina.

È solo il diminutivo di bruciatura.

Raccontare le collere dei sovrani

Dire d’ire di re.

Dico bugie dico bugie

Doppio xxxxx

Gioco gioco

Doppio gioco.

Piccoli travasi da un vasino all’altro

Travasini tra vasini.

Tra xxxxxxxx traxxxxxxxx

Tra vermi da pesca (Milanese) cicciotti.

Traxxxxxxxx tra xxxxxxxx

Ponteggi tra imbarcazioni.

Malcontati

Nelle multinazionali, e in questo caso parlo di quelle delle telecomunicazioni, capita che alcune parole o locuzioni diventino improvvisamente virali.
Così, nel giro di tre o quattro settimane, ti ritrovi con centinaia di persone che usano tutte (o meglio sfoggiano) la medesima espressione.
Credono di essere una spanna sopra o avanti agli altri, ma l’effetto finale è ridicolo, anzi, patetico.

In questi vent’anni ne ho viste tante; c’è stata l’epoca del “vuoto per pieno”, quella della “carta da formaggio”, quella del “quick and dirty” (sì, perché il fenomeno tocca anche l’Inglese), e tante altre ancora.
Da una decina di giorni la nuova moda è il ricorso all’aggettivo “malcontati/e”.

Gelosia

è gelosia: e gelo sia

Tre xxxx trexxxx

Soluzione A: tre ragazze/fidanzate (Veneto orientale) leggermente tremanti.

Soluzione B: tre mammiferi ibridi leggermente tremanti.

Soluzione C: tre banchine di ormeggio leggermente oscillanti.

Socc

(5, 2, 8)

Lu

(9)

Voci precedenti più vecchie