Vibratore a vapore

Quale gruppo musicale ha tratto il suo nome da un vibratore a vapore?

Annunci

Suonatore di ringhiere

Ho una passione enorme per la musica, ma non so suonare nessuno strumento; proprio non ci sono portato. Però non posso fare a meno di tamburellare per interminabili minuti su qualunque ringhiera mi capiti a tiro, immaginando di essere Cozy Powell, Vinnie Colaiuta, Billy Cobham o Carl Palmer.

Dare un osso al cane

Given the Dog a Bone” è il quarto brano dell’album “Back in Black” (1980) degli AC/DC. In Australian English “to give the dog a bone” è un’espressione idiomatica con (almeno) due significati; il primo è quello di dare a qualcuno una seconda possibilità, il secondo (e trattandosi di AC/DC non è difficile immaginarlo) è quello di fare sesso con una donna (in particolare con una donna brutta). Ma cercando in internet si possono trovare molte altre varianti; la caratteristica è che fanno tutte riferimento al sesso (quello che cambia è il diverso grado di volgarità).

Black Hole Ativan

Quando pensiamo al progresso della civiltà umana e all’incredibile sviluppo tecnologico degli ultimi secoli e sopratutto decenni di solito i medicinali non sono la prima cosa che ci viene in mente; fanno più effetto la conquista dello spazio, la possibilità di volare, le automobili, i robot, i computer, i telefonini, gli armamenti, l’ingegneria genetica, ecc. Eppure l’uomo moderno ha sviluppato sostanze dal potere immenso. Una compressa di Ativan in più – magari perché ci si è dimenticati di averne già presa una poco prima – e la nostra mente può addirittura spingerci a impiccarci.

Mia figlia è solita addormentarsi alternando alcune dolci ninne nanne lituane con Mr Crowley di Ozzy Osbourne. Per alcune sere ho deciso di farle sentire Black Hole Sun in versione acustica. Il nostro modo di ricordare Chris Cornell. Perché è difficile credere che non ci sia più, ed è ancor più difficile credere che se ne sia andato così, lasciando tre figli ancora adolescenti e la moglie Vicky.

BangBang – Tiiu featuring Okym

Ci sono casi in cui le copie sono migliori degli originali, gli allievi migliori dei maestri, i dilettanti migliori dei professionisti. Ma sono casi rari, molto rari. In cui certamente non rientra questo gruppo musicale (!) estone. Il video è talmente pacchiano che nel guardarlo si rischia un attacco prolungato di ridaröla.

Dietro Yngwie Malmsteen c’è Gidons Krēmers

Ogni serio appassionato di musica rock, in particolare di rock duro, conosce e stima il chitarrista svedese Yngwie J Malmsteen. E ogni serio appassionato di rock duro conosce la sconfinata ammirazione di Malmsteen per Niccolò Paganini e i suoi “capricci”. Pochi, invece, anzi pochissimi, conoscono l’origine di tutto ciò. A folgorare Malmsteen all’età di sette anni è stato il violinista lettone Gidons Krēmers (di cui ho parlato più volte su questo blog, per esempio qui). In questo video, tratto da un vecchio e apprezzato film del 1983 con Nastassja Kinski, potete gustarvi Krēmers che esegue Paganini. Ma, per chi ha voglia e tempo di navigare un po’, YouTube mette a disposizione moltissimo altro materiale di grande interesse.

Le canzoni per bambini di Alice Tegnér

Ho scoperto Alice Tegnér grazie a una citazione contenuta nel romanzo di Håkan Nesser “Confessioni di una Squartatrice” (2012, titolo originale “Styckerskan från Lilla Burma”, traduzione di Carmen Giorgetti Cima). Nonostante la Tegnér abbia fatto parte di un’epoca ormai lontana (1864 – 1943) molti dei suoi brani sono stati rieseguiti da artisti svedesi vissuti dopo la sua morte e ancora oggi si possono ascoltare su YouTube (per esempio qui).

Voci precedenti più vecchie