Cerco Lauren Villmann, trovo Salvini

Cioè, leggo che Tanel Padar, uno dei miei musicisti estoni preferiti, in questi giorni è a Bellagio con la nuova fidanzata Lauren Villmann, così decido di cercare qualche immagine della giovane fanciulla bionda. Eh? Metto Lauren Villmann in Google Images e tra le foto me ne compare una di Salvini. Basta!

Annunci

Toh, Mari Kalkun (mi) è diventata famosa!

Oggi mi sono imbattuto per caso in questo articolo del Guardian su Mari Kalkun. Una volta fatto klik sul link e vista la sua foto mi sono reso conto che si trattava della stessa Mari Kalkun che una dozzina di anni fa avevo ospitato a casa mia per una notte. Non ricordo quasi nulla della serata: solo che le avevo preparato una cena mediterranea e che avevamo chiacchierato a lungo del più e del meno (di sicuro di Estonia e di musica estone). Aveva con sé una chitarra e aveva suonato qualche cosa. Ma se non ricordo nulla è perché il genere non mi aveva impressionato. Non a caso è diventata una cantante folk, e il folk (se non non in rari casi) non fa per me. In ogni caso sono contento per il suo successo.

Zotta, Zott, Zotto

Ieri sera ero a cena con l’amico Miguel, che poi è Miguel Ángel Zotto, uno dei ballerini di tango più famosi al mondo. A un certo punto la discussione è caduta sull’origine del suo cognome. Mi dice che è lucano. Così controllo e gli mostro questa schermata. In Basilicata di Zotto non sembrerebbe essere rimasto nessuno. Che si siano spostati tutti in Argentina? Possibile? Ovviamente no. Di seguito riporto il dialogo che spiega come stanno le cose.

– eh, ma qui non ce ne sono di Zotto in Basilicata!
– vero, perché il mio cognome è Zotta
– Zotta? Ma come Zotta?
[controllo (si veda qui) e questa volta tutto torna]
– sì perché in Lucano tu scrivi Zotta, ma poi la finale non si pronuncia
– e quindi?
– E quindi a Buenos Aires quando mio padre ha detto Zott loro hanno scritto Zotto

Che il nostro avesse anche una pagina su Wikipedia l’ho scoperto solo oggi.

Norvegicus padanus heavicus

Se non avete mai sentito parlare di Leo Moracchioli è giunto il momento di conoscere questo geniale polistrumentista norvegese. Il modo migliore di farlo è attraverso la sua musica: qui potete gustare e vedere i video di alcuni dei brani più celebri di sempre, tutti coverizzati in chiave metal (gli amanti dei genere riconosceranno all’istante l’influenza dei Pantera).

Ha le treccine quindi è una femmina

Mia figlia e io tra ieri e oggi ci siamo visti un po’ di video tratti dal recentissimo tour tedesco dei Metallica. L’idea era quella di introdurla al brano Seek And Destroy. Sembra che, esclusa la parte finale, il pezzo non la entusiasmi più di tanto. Però non è ancora convinta che Robert Trujillo sia un maschio.

Vibratore a vapore

Quale gruppo musicale ha tratto il suo nome da un vibratore a vapore?

Suonatore di ringhiere

Ho una passione enorme per la musica, ma non so suonare nessuno strumento; proprio non ci sono portato. Però non posso fare a meno di tamburellare per interminabili minuti su qualunque ringhiera mi capiti a tiro, immaginando di essere Cozy Powell, Vinnie Colaiuta, Billy Cobham o Carl Palmer.

Voci precedenti più vecchie