Zotta, Zott, Zotto

Ieri sera ero a cena con l’amico Miguel, che poi è Miguel Ángel Zotto, uno dei ballerini di tango più famosi al mondo. A un certo punto la discussione è caduta sull’origine del suo cognome. Mi dice che è lucano. Così controllo e gli mostro questa schermata. In Basilicata di Zotto non sembrerebbe essere rimasto nessuno. Che si siano spostati tutti in Argentina? Possibile? Ovviamente no. Di seguito riporto il dialogo che spiega come stanno le cose.

– eh, ma qui non ce ne sono di Zotto in Basilicata!
– vero, perché il mio cognome è Zotta
– Zotta? Ma come Zotta?
[controllo (si veda qui) e questa volta tutto torna]
– sì perché in Lucano tu scrivi Zotta, ma poi la finale non si pronuncia
– e quindi?
– E quindi a Buenos Aires quando mio padre ha detto Zott loro hanno scritto Zotto

Che il nostro avesse anche una pagina su Wikipedia l’ho scoperto solo oggi.

Annunci

Norvegicus padanus heavicus

Se non avete mai sentito parlare di Leo Moracchioli è giunto il momento di conoscere questo geniale polistrumentista norvegese. Il modo migliore di farlo è attraverso la sua musica: qui potete gustare e vedere i video di alcuni dei brani più celebri di sempre, tutti coverizzati in chiave metal (gli amanti dei genere riconosceranno all’istante l’influenza dei Pantera).

Ha le treccine quindi è una femmina

Mia figlia e io tra ieri e oggi ci siamo visti un po’ di video tratti dal recentissimo tour tedesco dei Metallica. L’idea era quella di introdurla al brano Seek And Destroy. Sembra che, esclusa la parte finale, il pezzo non la entusiasmi più di tanto. Però non è ancora convinta che Robert Trujillo sia un maschio.

Vibratore a vapore

Quale gruppo musicale ha tratto il suo nome da un vibratore a vapore?

Suonatore di ringhiere

Ho una passione enorme per la musica, ma non so suonare nessuno strumento; proprio non ci sono portato. Però non posso fare a meno di tamburellare per interminabili minuti su qualunque ringhiera mi capiti a tiro, immaginando di essere Cozy Powell, Vinnie Colaiuta, Billy Cobham o Carl Palmer.

Dare un osso al cane

Given the Dog a Bone” è il quarto brano dell’album “Back in Black” (1980) degli AC/DC. In Australian English “to give the dog a bone” è un’espressione idiomatica con (almeno) due significati; il primo è quello di dare a qualcuno una seconda possibilità, il secondo (e trattandosi di AC/DC non è difficile immaginarlo) è quello di fare sesso con una donna (in particolare con una donna brutta). Ma cercando in internet si possono trovare molte altre varianti; la caratteristica è che fanno tutte riferimento al sesso (quello che cambia è il diverso grado di volgarità).

Black Hole Ativan

Quando pensiamo al progresso della civiltà umana e all’incredibile sviluppo tecnologico degli ultimi secoli e sopratutto decenni di solito i medicinali non sono la prima cosa che ci viene in mente; fanno più effetto la conquista dello spazio, la possibilità di volare, le automobili, i robot, i computer, i telefonini, gli armamenti, l’ingegneria genetica, ecc. Eppure l’uomo moderno ha sviluppato sostanze dal potere immenso. Una compressa di Ativan in più – magari perché ci si è dimenticati di averne già presa una poco prima – e la nostra mente può addirittura spingerci a impiccarci.

Mia figlia è solita addormentarsi alternando alcune dolci ninne nanne lituane con Mr Crowley di Ozzy Osbourne. Per alcune sere ho deciso di farle sentire Black Hole Sun in versione acustica. Il nostro modo di ricordare Chris Cornell. Perché è difficile credere che non ci sia più, ed è ancor più difficile credere che se ne sia andato così, lasciando tre figli ancora adolescenti e la moglie Vicky.

Voci precedenti più vecchie