Terremoto sul Baltico

erdbeben (Tedesco)
jordbävning (Svedese)
jordskælv (Danese)
maanjäristys (Finlandese)
maavärin (Estone)
maavärrin (Võro)
trzęsienie ziemi (Polacco)
zemestrīce (Lettone)
žemės drebėjimas (Lituano)
žemės kustiejėms (Samogiziano)

p-q:2=n!

Trovare p e q in modo da generalizzare a ogni n il caso trattato nel post precedente.

Quanto fa 40-32:2?

Risposta:

tu, che sei intelligente, mi dirai 24, ma… il miglior matematico vivente dice 4!

Chi ha ragione?

Nota: mio riadattamento di un quiz molto in voga in questi giorni.

A-petit

Questa sera siamo stati a cena all’A-petit di Vytauto gatvė 112, Palanga. In pieno centro, ma allo stesso tempo fuori dal caos di Basanavičiaus gatvė.
Cucina francese (come è evidente anche dal nome e dal gioco di parole) con molti sconfinamenti in quella belga (specie per quanto riguarda i piatti a base di cozze e per l’apprezzabile selezione di birre).
Ambiente piacevolmente informale.
Ottimo il rapporto qualità/prezzo.
Personale di servizio con Inglese di livello discreto.
Senza dubbio consigliato.

L’implacabile confronto con un dentista lituano

Igiene orale.

Il mio dentista in provincia di Milano
Età: intorno ai 55 anni
Durata operazione: 10 minuti
Strumentazione: non recente
Esecuzione: routinaria, svogliata, poco attenta
Costo: 120 euro

La mia dentista a Palanga
Età: meno di 30 anni
Durata operazione: 50 minuti
Strumentazione: all’avanguardia
Esecuzione: meticolosa, professionale
Costo: 37,50 euro

Mia moglie ha sistemato due carie. Costo: 60 euro.
Mia figlia ha fatto una radiografia panoramica. Costo: 18,18 euro.
Mia figlia ha fatto la sigillatura dei denti posteriori. Costo: 24 euro.

Olando Kepurė, il ristobar

A meno di 2 km dalla scarpata Olando Kepurė potete fare una sosta all’omonimo ristobar (che è anche camping e casa vacanze). La selezione dei piatti è limitata, le presentazioni molto curate, i prezzi nella norma e i cibi buoni. Senza dubbio una valida alternativa ai tanti ristoranti turistici che affollano Palanga.

Olando Kepurė, la scarpata

Poche centinaia di metri a sud di Karklė, in direzione di Klaipėda, c’è uno dei luoghi più spettacolari di tutta la costa lituana: il promontorio/scarpata noto come Olando Kepurė (il Cappello dell’Olandese). Si tratta di una formazione risalente all’ultima glaciazione (12-15.000 anni fa), già presente su molte mappe del 1800, che raggiunge i 16/18 metri di altezza (e si trova a 24 metri sul livello del mare). La scarpata, ad andamento parabolico, è oggi soggetta alla fortissima azione erosiva del Mar Baltico ed è considerata in serio pericolo.
Presso il sito sono state ritrovate le ossa di un mammuth di 23.000 anni fa, oggi esposte nel museo di Karklė.
Il nome Olando Kepurė si deve quasi certamente alla presenza, in passato, di molti navigatori olandesi nell’attuale area del porto di Klaipėda, anche se le origini non sono del tutto chiare.

Qui alcune foto tratte da Google Images.

Nota: esiste un comodo parcheggio poco fuori Karklė (prezzi bassissimi) con tutte le indicazioni del caso. Da li si prosegue a piedi per 700 metri lungo un percorso a L (gli ultimi 200 metri sono su una passatoia in legno) che conduce a una piccola piattaforma di osservazione. Come potete immaginare, il luogo è particolarmente ventoso.

Voci precedenti più vecchie