Dove c’è un piraña…

…c’è una pirañatela.

Le seconde dosi

Prendiamo un territorio a caso: la Lombardia. Prendiamo una data di riferimento, ad esempio il 31 Agosto 2021. Prendiamo tutti coloro che si saranno sottoposti alla prima dose di un vaccino a doppia dose entro tale data. Sia p il numero di tali individui/dosi. Se ipotizziamo che nessuno rinunci a fare il richiamo perché il numero s di seconde dosi sarà certamente inferiore a p?

Lattestato

Diploma di mungitore.

Pirlandese

Stupidotto di Dublino trapiantato a Milano.

Lavori in corso

Travagliu stradale.

Ho una bellissima sorpresa in serbo

Имам дивно изненађење.

Piccolo dinosauro con tendenza al rigurgito

Criceratopo

A pensar peggio

Fateci caso: la citazione attribuita ad Andreotti ne guadagna in precisione quando si sostituisce “male” con “peggio”.

La precisazione

Quando davanti all’ingresso di un negozio o supermercato vi invitano a “mettervi in coda” non vi stanno chiedendo di tirare fuori un elastico e legarvi i capelli.

La niguleta

Quando ero piccolo (5/6 anni) i miei nonni di tanto in tanto versavano una goccia di vino rosso nel mio bicchiere d’acqua; si formava una specie di nuvola che dava una colorazione rossastra al liquido, e io ero contento perché mi sembrava di poter fare quello che facevano i grandi. Quella procedura aveva preso il nome de “la nuvoletta”; così mi capitava di ritrovarmi a chiedere: nonno, dai, mi fai la nuvoletta?

Anni dopo mi è capitato di vedere un mio zio raffreddare la minestra versandole dentro un bicchiere di vino rosso.

In ogni caso, mai e poi mai il vino veniva allungato con qualcosa per diminuirne la gradazione; al contrario era il vino che, a volte, veniva usato per allungare qualcos’altro.

Qualcuno in questi giorni deve essersi sorpreso per l’ultima “geniale” trovata di Bruxelles: quella di allungare il vino con l’acqua in modo da abbassarne la gradazione alcolica e preservare la salute di noi Europei. Io non mi sono sorpreso affatto, invece: se metti degli idioti in qualche commissione è molto probabile che ne escano idee idiote.

Volete preservare la nostra salute? Bene. Vi do due suggerimenti. Il primo è quello di investire in campagne di informazione ed educazione al bere buono, sano e moderato; qui sappiate in anticipo che ci sono dei tempi non brevi, come del resto per tutte le iniziative di questo genere. Il secondo è quello di investire in ricerca in modo da sviluppare delle sostante (penso a pastiglie di integratori, come quelle utilizzate per abbassare i livelli di colesterolo*) che, nel momento in cui è presente nel sangue un certo tasso alcolico, inducano la persona a non sentire il bisogno di bere oltre; naturalmente parlo di integratori da assumere su base volontaria.

Per il momento allungare il vino con l’acqua porterà a un unico risultato: far bere più vino, ma di qualità inferiore; un po’ come quando ci regoliamo sapendo che, se beviamo x bicchieri di vino al pasto, allora possiamo bere – in alternativa e in media – 2x bicchieri di birra e 0,25x bicchieri di whisky.

_____
* io, ad esempio, uso il Sincrolipid, che – a differenza dei tanto pubblicizzati yogurtuni – funziona per davvero e bene

Prova d’ambiguità 6

Costruire un’unica frase in cui “annegare” possa essere sia transitivo, sia intransitivo [Barbara].

Volersi bene

Ho deciso di cominciare la giornata in modo diverso, così – mentre tutti ancora dormivano – stamattina, come prima cosa, mi sono fatto gli auguri da solo. Però non mi sono ancora ringraziato.

Prova d’ambiguità 5

Costruire un’unica frase in cui “nettare” possa essere sia l’infinito del verbo “nettare” sia l’omonimo sostantivo maschile singolare.

Prova d’ambiguità 4

Costruire un’unica frase in cui “filare” possa essere sia l’infinito del verbo “filare” sia l’omonimo sostantivo maschile singolare.

Mia madre immunizzata con la seconda dose

Vale quanto avevo riferito qui. Questa volta l’impressione che la struttura stia operando a regime minimo per mancanza di vaccini è stata ancora più forte di tre settimane fa.

Roberto Luigi Figliodistefano

Ha scritto “Lo strano casino del dottor Geco e del signor Heidi”.

Prova d’ambiguità 3

Stesse regole dei post precedenti, ma con “scolare” (verbo “scolare”, femminile plurale del nome “scolaro”, eventualmente anche maschile/femminile singolare dell’aggettivo “scolare”).

Prova d’ambiguità 2

Stesse regole del post precedente, ma con “tenere”.

Prova d’ambiguità 1

Costruire un’unica frase in cui “leggere” possa essere sia l’infinito del verbo “leggere” sia il femminile plurale dell’aggettivo “leggero”.

Almeno la prima dose

Ho atteso oltre due settimane per scrivere questo post, con la speranza di vedere qualcosa cambiare. Invece non è cambiato nulla: la ben nota (e mostruosa) ignoranza numerica dei giornalisti italioti e padanioti ha trovato ancora una volta conferma. Negli annunci dei telegiornali, infatti, si continua a sbagliare il concetto elementare di “almeno la prima dose”.

Facciamo un esempio. 19 milioni di soggetti vaccinati, 6 dei quali con entrambe le dosi. Qual è il modo corretto di descrivere questa situazione? Quello che segue: 19 milioni di soggetti hanno ricevuto almeno la prima dose; tra questi, 6 milioni le hanno ricevute entrambe.

Come, invece, ci viene descritta la cosa? 13 milioni di soggetti hanno ricevuto almeno la prima dose; 6 milioni le hanno ricevute entrambe.

Ora, evidentemente a chi confeziona le notizie non deve essere chiaro il concetto di “almeno la prima dose”, che significa che o hai ricevuto una sola dose o più di una (nello specifico due). Quindi 13 milioni non sono i soggetti che hanno ricevuto almeno la prima dose, ma quelli che hanno ricevuto solamente la prima dose.

Possiamo schematizzare anche così: C = A + B, dove:

A = soggetti che hanno ricevuto solo la prima dose

B = soggetti che hanno ricevuto entrambe le dosi

C = soggetti che hanno ricevuto almeno la prima dose

Non ricordo a che età si insegnano queste cose, ma credo abbastanza presto. Forse non alle scuole primarie, ma di certo alle secondarie inferiori. Per esempio, il concetto è già chiaro a mia figlia di nove anni senza che nessuno le abbia spiegato nulla.

Ayurvedovo

Sai il guaritore indiano che abita nel mio palazzo? Guarda, davvero una bravissima persona. L’altro giorno è mancata sua moglie. Come mi dispiace.

Dearpeace

Carapace

Per aspera ad Astra…

…Zeneca

Mia madre vaccinata con la prima dose

Mia madre è stata vaccinata ieri con la prima dose del vaccino Pfizer presso l’Humanitas di Rozzano (il richiamo tra 21 giorni esatti). Organizzazione della struttura ospedaliera impeccabile. Siamo partiti da casa alle 9:00 e alle 10:15 eravamo già di ritorno. 15 minuti per andare, 15 per tornare, 15 di attesa post vaccino. Quindi in 30 minuti è stato possibile andare a piedi dal parcheggio alla struttura vaccinale, fare la registrazione, compilare il questionario con l’anamnesi, fare il colloquio con il medico, fare il vaccino, ricevere la documentazione relativa al richiamo e tornare al parcheggio. L’impressione è che la struttura stia operando a regime minimo, con potenzialità enormi. La percezione che manchino i vaccini, e che questo sia la principale causa della situazione attuale di estremo ritardo, è stata particolarmente forte.

Avessimo un presidente di regione serio ci sarebbero le condizioni per dichiarare unilateralmente la secessione da cosidetta Italia e UE. I fatti ci stanno insegnando che quello che conta oggi non è la globalizzazione, ma l’autosufficienza. Così, ve lo dico in anticipo, perché il tema del contendere del prossimo futuro è proprio questo: l’autosufficienza. Alla faccia dei corvi che avevano predetto il tracollo economico del Regno Unito dopo la Brexit.

E il primo che si azzarda a dire che sono antieuropeo lo faccio mordere dalla lituosuocera.

Capranoterapia

Il nome corretto della pranoterapia.

Voci precedenti più vecchie