Patatine, sì ma quali?

Soltanto ieri mi sono reso conto che, diversamente dall’Inglese, nella nostra lingua non abbiamo due termini realmente distinti per indicare le patatine fritte che si comprano in sacchetto (crisps*) e quelle che ci servono al ristorante o in pizzeria come contorno (chips*). La differenza la fa il contesto.

_____
* le versioni in American English non le prendo nemmeno in considerazione

Robe che mi fanno stare bene

Mathematical paintings of Crockett Johnson.

Topologia da sarto

You can try this at home!

Lo strano nastro

Vi trovate in vacanza al confine tra Stati Uniti e Canada. Fate una passeggiata nei dintorni dell’albergo che vi ospita; siete in una cittadina molto piccola, circondata da boschi. Lungo il sentiero che state percorrendo, ai piedi di un albero, rinvenite una bindella, ovvero un nastro graduato con sopra scritti dei numeri. Non è riportata l’unità di misura, né sono presenti altre indicazioni, ma a colpirvi è un’altra cosa: i segni della scala graduata non sono separati dalla stessa distanza, ma sembrano seguire una certa progressione; e la distanza tra due tacche si fa via via sempre più piccola. A cosa può servire uno strumento del genere?

Like Lithuo-MIL, like Lithuo-BIL

Tale lituosuocera, tale lituocognato.
Oggi mi sento creativo e regalo al mondo questo mio proverbio.

Sì, certe cose le devi tagliare con la forchetta

In Lituania sono convinti che se nel piatto c’è qualcosa da tagliare questo vada tagliato sempre ed esclusivamente con il coltello. A parte che ci sono coltelli e coltelli, resta il fatto che ci sono cose che non si tagliano con il coltello, ma con la forchetta. Tipo i ravioli, i tortelli, le polpette, le fette di mozzarella di una caprese, la parmigiana di melanzane, le frittate, le torte salate, ecc.
Vedere il lituocognato che, con i suoi modi impacciati, taglia i ravioli con il coltello è dunque orripilante.

Giocando a permutare i colori delle bandiere

Prendiamo la bandiera della Polonia: bianca (in alto) e rossa (in basso). Indichiamo questa configurazione con WR. Dati due simboli posso costruire 2! = 2 permutazioni: WR e RW. Posso però costruire anche la stringa WRW; questa permutazione ha la caratteristica di contenere entrambe le permutazioni precedenti: se prendo i primi due simboli ho WR, se prendo il secondo e il terzo ho RW. Possiamo naturalmente costruire la stringa WRRW, ma la stringa WRW è in un certo senso più sintetica.

Prendiamo ora la bandiera della Lituania: gialla (in alto), verde (in mezzo), rossa (in basso). Indichiamo questa configurazione con YGR. In questo caso le permutazioni possibili sono 3! = 6. Posso costruire una stringa di 3*6 = 18 simboli giustapponendo le sei permutazioni di YGR, ma se voglio creare una stringa “minima” mi servono molti meno simboli. Quanti? Se volete potete anche scriverla.

Visto che il problema precedente era molto semplice, ve ne propongo uno che lo è molto meno.

Voci precedenti più vecchie