Il coltello da sub

Tra i coltelli da cucina di mia suocera quest’anno ne è comparso uno da sub.

Permagrease

Qui e ora definisco “permagrease” lo strato di unto e grasso che alberga su fondo e bordo di una padella resistendo a qualunque tipo di lavaggio comune. Ecco, il permagrease è la caratteristica saliente delle padelle di mia suocera, che – dal canto suo – è sempre convinta di cucinare usando poco condimento.

Navinos, visi žinos!

Questa sera mia moglie ha preparato una cena veloce a base di bistecchine di pollo, gli immancabili cetrioli (che io ho immediatamente passato a mia figlia), pomodori e patate novelle colte nell’orto dietro casa. A un certo punto esclama: sono le prime patate dell’orto che mangiamo quest’anno. Tempo due secondi e mia suocera si guarda in giro, chiede se c’è un cucchiaio, non ci dà nemmeno il tempo di rispondere (per dirle che non c’era), si infila la forchetta in bocca, la ciuccia ben bene e poi la passa sulla fronte di mia figlia declamando le tre parole seguenti: navinos, visi žinos!
Eh sì, dopo tanti anni per fortuna riesco ancora a stupirmi di fronte a queste sue uscite imprevedibili.

Navinos è la forma dialettale di naujienos*. Il senso è: “novità, adesso tutti le sapranno!”. Pare che questa fosse l’usanza tradizionale quando in famiglia si mangiavano le prime patate che la terra offriva quell’anno. Allora ci si sedeva a tavola e i nonni baciavano la fronte dei bambini con un cucchiaio di legno (immagino non sbausciato).

_____
* comincia a piacermi il dialetto lituano della zona di Vilnius quando trancia via in un colpo solo quei fastidiosissimi treni di vocali che rendono la lingua ufficiale una roba da bambini piccoli

Non c’è il tasto

Ieri, per la seconda volta in pochi giorni, siamo stati a pranzo al ristorante Beržuvis di Švenčionys (di cui avevo già parlato qui nell’estate di cinque anni fa). A un certo punto mia moglie chiede una birra piccola, ma – con sua sorpresa – la cameriera le dice che possono servire solo birre medie. Nemmeno il tempo di gioire (è un mio classico rispondere al personale di servizio che le birre piccole non vanno assolutamente mai servite in quanto altamente cancerogene) che veniamo assaliti da alcuni dubbi. Che non abbiano i bicchieri delle giuste dimensioni? Può essere, ma con un minimo di flessibilità basterebbe usare un qualunque altro bicchiere. Forse però non hanno birre alla spina, ma solo in bottiglia (in Lituania non è raro che la pinta che ci si trova davanti è il frutto di un travaso da bottiglia); eppure mia moglie ha ordinato la mia stessa birra belga e io sono certo al 100% che la mia birra è alla spina e non in bottiglia. Così mia moglie si fa un po’ di coraggio e decide di chiedere una spiegazione. La risposta è qualcosa di allucinante: no, è che sul registratore di cassa non è stato programmato il tasto per le birre piccole. Ora, immaginatevi voi una situazione del genere in qualunque altro Paese europeo. Non ci riuscite, vero? Cose che solo in Lituania…

La cucina elettrica senza fili

Stanco di vedere in casa il bombolone del gas attorno al quale quel genio di mia suocera avvolgeva cavi elettrici di vario tipo (bombolone che, tra le altre cose, si trovava esattamente dietro la testata del letto dove dorme mia figlia, con solo una sottile parete di legno a fare da separazione), ho deciso di scucire quasi 400 euro e regalare alla già menzionata lituosuocera una cucina elettrica, marca Elettrolux. Ordinata via internet presso una delle principali catene lituane di elettrodomestici, è arrivata ieri con circa un’ora di ritardo sul previsto, ma – sopratutto – senza cavo di alimentazione. E così abbiamo dovuto chiamare anche un elettricista. Cose che solo in Lituania…

16:26

Credo di non aver mai pranzato così tardi in vita mia. E quando mi lamento pensano che quello strano sia io.

Cosa succede all’area?

Un triangolo ha i lati che misurano a = 12, b = 7 e c = 10. Se a e b vengono raddoppiati e c lasciato invariato quanto vale l’area del triangolo?

Voci precedenti più vecchie